fbpx

Articles Posted in the " Pasquale Hamel " Category

  • Dalla Napoli-Portici all’arretratezza del Regno borbonico

    di Pasquale Hamel Il 3 ottobre 1839 veniva inaugurata la Napoli-Portici, la prima ferrovia costruita nella penisola italiana. Si trattò sicuramente di un evento importante che, allora, poneva il Regno delle Due Sicilie all’avanguardia fra gli stati italiani. Quegli “appena” 7 km e 250 metri sui quali correva una locomotiva Bayard costruita nella fabbrica inglese […]



  • Addio Tina Anselmi, forza delle idee nel dialogo democratico

    di Pasquale Hamel Tina Anselmi ha rappresentato la faccia pulita della nostra storia politica, la sua è stata una storia fatta di profonda fede, di grandi passioni, di ancoraggi valoriali certi. La sua vicenda personale è stata incrociata dagli eventi tragici e gloriosi del secolo scorso, dalla dittatura fascista, alla guerra con le sue distruzioni, […]


  • Mazara del Vallo, civiltà e amministrazione

    di Pasquale Hamel Il rituale convegno dell’Associazione ex deputati dell’Assemblea regionale siciliana quest’anno è stato ospitato a di Mazara del Vallo, l’antica città fondata dagli arabi nel luogo in cui, nell’827, sbarcarono per iniziare la conquista di quella terra che denominarono Siqillyya. “Una nuova politica per i Beni Culturali”, questo il tema che ha visto […]


  • Mafia e antimafia a teatro. L’opera di Cesareo

    di Pasquale Hamel Bisogna aspettare vent’anni dalla pubblicazione del dramma di Sturzo, prima che un altro intellettuale siciliano si confronti sulla scena col tema mafia; infatti, solo nel 1921, un illustre cattedratico (senatore del Regno d’Italia), più noto come poeta, come il messinese Giovanni Alfredo Cesareo, scrive una commedia dal titolo inequivocabile La Mafia. La commedia […]


  • Quando Sturzo portò a teatro l’omicidio Notarbartolo

    di Pasquale Hamel   L’assassinio di Emanuele Notarbartolo di San Giovanni, la prima vittima eccellente di mafia, e le vicende giudiziarie che ne seguirono con un Raffaele Palizzolo, deputato del partito regionista accusato di essere il mandante dell’omicidio e il referente del tenebroso sodalizio mafioso palermitano, suscitò molto clamore nell’Italia che avviava la lunga stagione […]


  • I mafiusi de la Vicaria, quando il teatro denunciò la mafia

    di Pasquale Hamel Correva l’anno 1863, a Palermo capitale del Regno fino al 1817 e da due anni capoluogo di una provincia del proclamato Regno d’Italia, andava in scena un’opera teatrale nuova che registrò un immediato successo di pubblico. Si trattava del dramma “I mafiusi de la vicaria”, scritto da un capocomico, Giuseppe Rizzotto, con la […]


  • Palermo volge al termine, oppure no

    di Pasquale Hamel Ormai il mandato del sindaco Orlando volge al termine, ci si avvicina ad una consultazione elettorale che, a bocce ferme, vede l’assenza colpevole dei partiti e l’iperattivismo di certo movimentismo e che ci fa prefigurare una sfida fra “il sindaco lo sa fare” e i pentastellati con la prospettiva di un ulteriore […]


  • Ci piglia

    di Pasquale Hamel   “Pizzo e Mattaliani appena i vidi assugliaci i cani”[1] , questo detto, abbastanza colorito ma tutt’altro che simpatico, circolava da tempo immemorabile a Porto Empedocle per mettere in guardia chi aveva a che fare con persone che portavano questi cognomi. Non sono riuscito a sapere l’origine di questa cattiva reputazione, tuttavia, […]


  • Uno, nessuno e centomila lire

    di Pasquale Hamel Chi potrebbe immaginare il giovane Camilleri (proprio quello del commissario Montalbano) affannato a contare bigliettoni colorati da cento, mille e diecimila lire? Eppure questo accadeva, con una certa frequenza, moltissimi anni fa, a casa di un, tanto eccentrico quanto ricco, suo lontano parente. Il dottor … era uno stimatissimo medico empedoclino, unico […]