fbpx

Articles Posted in the " Valeria Sara Lo Bue " Category

  • La morte degli artisti al tempo dei social

    di Valeria Sara Lo Bue (*) Almeno, prima (dell’era) di Facebook, gli artisti si ammalavano e/o morivano in pace, senza le maledizioni della folla volgare e dei pidocchi riusciti. Dimenticati. Soli. E poi ripescati assai lontano dalle loro spoglie mortali. Morti spesso soli e pazzi, la loro voce arrivava quando tutti i loro contemporanei erano […]


  • Franco Scaldati in un filmato inedito

    “Rosolino Venticinquefigli” alla Fabbrica102, ovvero Scaldati in un filmato inedito. La Palermo sognata, barocca, piena di fantasmi e di figurine senza tempo in un filmato restaurato, per la prima volta al pubblico: “Il Sarto” protagonista insieme a Melino Imparato. Domenica 14 aprile al bistrot e caffè letterario di via Monteleone 34, nel centro storico   […]


  • La lezione di Benito

    di Valeria Sara Lo Bue Una lezione me la diede anche Benito. Insieme a mia nonna Sasà. Viveva al Capo, da generazioni, almeno venti anni fa, e lo avevano chiamato Benito per prendere i soldi dallo Stato, durante il periodo fascista. Con la sua pensione per un periodo si era pagato la casa di riposo […]


  • Spazio Franco lancia “Scena Nostra” a Palermo

    di Gabriele Bonafede Vulcanico e generoso, Giuseppe Provinzano, nel presentare la nuova rassegna di Spazio Franco dal titolo Scena Nostra. Vulcanico, perché è una lava d’energia nel realizzare progetti teatrali che sgorgano dall’arroventato ventre artistico di Palermo. Generoso, anche qui nell’energia e nella passione, perché ha messo a disposizione dell’intera comunità artistica di Palermo il […]



  • La semenza di Scaldati guarda all’Europa

    di Gabriele Bonafede   Siminza du Papireto (Semenza del Papireto), si diceva una volta quando si parlava degli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Palermo, situata sopra il fiume Papireto a Palermo. A quattro anni dalla morte di Franco Scaldati si può dire, adesso, anche Semenza di Scaldati. Che corre e cresce nel rivisitare il […]



  • Perché Franco Scaldati è poesia di Palermo vivo. E oltre

    di Gabriele Bonafede   “Apro gli occhi e vedo un pezzo di mondo, chiudo gli occhi e vedo il mondo intero, com’è sto fatto?”, qui è il mondo di Franco Scaldati, scomparso quattro anni fa a Palermo, l’1 giugno del 2013. Perché è dell’arte, e soprattutto dell’arte del teatro, aprire gli occhi. Far guardare il lettore, […]