La memoria di un giusto come Calogero Marrone vive e si rinnova a Bonagia, Palermo

Un corteo e un flash mob animeranno il quartiere dando vita a una manifestazione promossa dagli ICS “Maredolce” e “Mattarella – Bonagia” in ricordo di Calogero Marrone

di Gilda Sciortino

L’intenzione è quella di celebrare la memoria di “un giusto tra le nazioni” e di socializzare al territorio le nobili gesta di un eroe della nostra terra. Ecco perché mercoledì 15 febbraio, l’Istituto Comprensivo Statale “Maredolce” di Palermo scenderà in campo con una manifestazione dedicata a Calogero Marrone, originario di Favara, che a Varese ha salvato molti ebrei e antifascisti a costo della propria vita.

Protagonisti dell’iniziativa saranno gli alunni dell’ICS “Maredolce” che, insieme con quelli dell’ICS “Mattarella-Bonagia” daranno vita a una marcia piena di sentimento e speranza.

Via Marrione 2

«Il tutto ha inizio nel 2015 – racconta il professore Pietro Carbone, referente del Maredolce – quando ci accorgemmo che la via Marrone versava in condizioni poco decorose: ricoperta da erbacce e rovi selvatici risulta impraticabile poiché occupata da sfabbricidi e rifiuti ingombranti di ogni genere. Così, la nostra scuola, guidata dal dirigente Vito Pecoraro, in virtù del lavoro fatto e in corso d’opera per educare alla legalità e alla riappropriazione del territorio, come ha già fatto nel corso degli anni con il Castello di Maredolce, ha deciso di adottare questa via e, lo scorso gennaio, abbiamo intrapreso una serie di azioni che stanno sfociando nel corteo commemorativo del 15 febbraio».

Iniziativa estesa anche alla “Bonagia-Mattarella”, nel cui territorio ricade la strada, facendo così partire la richiesta agli organi e istituzioni competenti per la sua rimessa a nuovo. Cosa che sta avvenendo visto che la RAP, con l’ausilio di ruspe, ha intrapreso l’opera di pulizia e bonifica della via Marrone, dando modo a tutti coloro i quali mercoledì prossimo saranno presenti di ammirare il suo nuovo aspetto. Tra i tanti che hanno assicurato la loro presenza, ci saranno: Leoluca Orlando, sindaco di Palermo; Rosario Manganella, presidente della “Istituzione Ricerca e Studio Calogero Marrone” di Favara;  Angelo Ficarra, dell’Anpi regionale; M. Consuelo Spera, volontaria di Scorta Civica; padre Angelo Mammina, parroco della Parrocchia “Maria SS. Di Pompei”; Domenico Ortolano, presidente dell’associazione “Maredolce”; il professore Giuseppe Bellodi, in rappresentanza della scuola media “Odoardo Focherini” di Carpi (Modena).

I pupi di Angelo Sicilia narrano la storia di Calogero Marrone

I pupi di Angelo Sicilia narrano la storia di Calogero Marrone

Altri, però, sono i momenti significativi che precederanno il 15 febbraio: lunedì  13 e martedì 14 (successivamente anche il 3 marzo), nella Sala Teatro dell’ICS Maredolce, i ragazzi assisteranno allo Spettacolo dei “Pupi della Legalità” di Angelo Sicilia, incentrato proprio sulla vita di Calogero Marrone. Verrà anche proiettato il PPT “Storia della Shoah”, arricchito dalla testimonianza – in programma martedì 14 – sul giusto delle nazioni Odoardo Focherini, che nel 2013 è stato proclamato beato da parte del prof. Bellodi.

Per quanto riguarda, invece, mercoledì prossimo, il corteo partirà alle 9 da piazza Maria Santissima di Pompei. I ragazzi sfileranno con i cartelloni recanti messaggi conto il razzismo, di pace e accoglienza in sintonia con le motivazioni che hanno portato a designare Palermo “Capitale nazionale della cultura 2018”. Animeranno la manifestazione i ritmi della “Tribal Band” dell’ICS “Maredolce”.

Dopo aver attraversato le vie Papa Giovanni XXIII, Ermellino e Visone, ci si fermerà in via Calogero Marrone per un flash mob a cura dei ragazzi dell’Istituto Bonagia – Mattarella, mentre la Corale del Maredolce eseguirà l’Inno della scuola in italiano e in siciliano, l’Inno nazionale e l’Inno alla gioia in francese.  A suggello della simbolica manifestazione, su un grande lenzuolo bianco verranno apposte le firme di tutti coloro i quali interverranno, quasi a sottoscrivere un impegno volto a sostenere e coltivare i valori della memoria, della cultura, della bellezza e della legalità.





DIVENTA FAN DI MAREDOLCE SU FACEBOOK: Clicca QUI. Ti aspettiamo!