Malfunzionamento mondiale di Google. Problemi anche con youtube

Molte funzioni di google analytics, il sistema di Google che permette di monitorare i dati relativi ai siti web, hanno avuto grossi problemi a scala intercontinentale per qualche ora. I problemi sono iniziati il 2 giugno, a partire dalle 20.45 circa ora italiana. Per quasi quattro ore, in Italia, non è stato possibile far funzionare correttamente il conteggio delle visite, ad esempio.

Google?

Analytics? Non funziona…

Ciò è accadutro in tutto il mondo, come è evidente da vari messaggi già apparsi su twtter e in altri articoli, anche in altri Paesi.

Il colosso mondiale di internet ha avuto evidentemente problemi nella piattaforma, anche perché simili problemi ci sono stati su youtube e gmail. Tecnicamente si può dire che google è stato “down” per qualche ora.

In Italia ne ha parlato tra i primi FanPage, nella serata del  giugno, qui

“Alle 20.45 circa del 2 giugno 2019 il colosso del web mondiale è down. Il primo servizio a crollare è stato sicuramente quello più utilizzato da chi si occupa di web (come me). Google Analytics, permette il monitoraggio in tempo reale del traffico dei siti web.” Ha spiegato FanPage.



“#Googledown tutti i servizi di Google Cloud Platform” continua.

“Problemi anche per Youtube, Google Adsense e Google Play Store, che continua a dare messaggi di errore. Down anche Snapchat e Gmail, che stanno avendo problemi. Su Twitter, il mondo ha iniziato a chiedersi immediatamente cosa stia succedendo. Tra le ipotesi più bizzarre c’è la fine del mondo.”

Mappa interruzioni ora italiana 23.22 del 2 giugno 2019

Come questo tweet:

“I’m pretty sure the world is about to end#snapchatdown #YouTubeDOWN #googledown #down #everythingdown #endoftheworld pic.twitter.com/4t0lzBRNlj

— Stephen (@stephenjuniorjr) June 2, 2019”

“La spiegazione, probabilmente – afferma FanPage – è  che tutti questi servizi utilizzano la Google Cloud Platform: ogni problema sulla piattaforma si ripercuote quindi sui loro server.”

In pratica, i problemi sono vasti, come si vede dalla mappa, e concentrati nella costa atlantica degli Stati Uniti, ma con ripercussioni su gran parte dell’Europa occidentale.

Non si sa al momento per quale motivo ci sia stato un “down” di questa portata.  Sul web si è notata una moltplicazione delle segnalazioni, oltre che su twitter anche attraverso altri canali e da molte parti del globo, le più disparate.



Analytics ha ricominciato a funzionare verso le 00.30 del 3 giugno, ora italiana, almeno parzialmente.

Articolo in aggiornamento.

 


DIVENTA FAN DI MAREDOLCE SU FACEBOOK: Clicca QUI. Ti aspettiamo!