fbpx

Articles Posted in the " Pirandellate " Category

  • E fecero lacrimare la Madonna

    di Pasquale Hamel La notizia fece subito il giro del paese, della provincia e, poi, perfino della stessa Italia. Sì, proprio così. Il 21 novembre del 1953, nella umile casa di un pasticciere di Porto Empedocle, un’immagine della Madonna affissa ad una parete si era messa a lacrimare. Un evento miracoloso che, vedi caso, si […]


  • Più che Peppone e don Camillo

    di Pasquale Hamel “Il dottor Giovanni Gibilaro ed altri militanti del Movimento Sociale Italiano, nel trigesimo della sua morte, ricordano alla cittadinanza e soprattutto ai giovani SALVATORE HAMEL raro esempio di coerenza politica e di onestà. Comunista convinto egli soffrì per le sue idee la galera e il confino. Nel momento in cui poi, dopo […]


  • La vittima e la verità in terra di Pirandello

    di Pasquale Hamel Il cavaliere Paolo Cà, uno dei tanti immigrati e figli di immigrati, per lo più commercianti o artigiani, che hanno da sempre popolato la cittadina marinara siciliana di Porto Empedolce, aveva un negozio di abbigliamenti nella centrale via Roma. Era un grande lavoratore e, nonostante notoriamente i commercianti venissero considerati imbroglioni, godeva […]


  • L’uomo dello scirocco

    di Pasquale Hamel Non so se, accettando la vulgata popolare, si deve addebitare la colpa all’aria salmastra che impregna l’atmosfera locale nel paese sito in terra di Pirandello. O piuttosto, come invece sosteneva qualcuno più istruito, a certo degrado ambientale che in taluni momenti rende invivibile il paese. Indubitabile era che il concentrato di svitati […]


  • L’uomo che fabbricava soprannomi

      di Pasquale Hamel Per anni il suo negozio di abbigliamenti e scarpe, situato nella centralissima via Roma di Porto Empedocle, è stato il più frequentato del paese. Brucaleddu, com’era chiamato per distinguerlo dal più raffinato fratello che godeva del favore della migliore clientela locale, è stato oltre che abile commerciante un vivace e originale […]


  • Lo chiamavano Baiocco, il cavaliere che sovrastò Benito

    di Pasqaule Hamel Non so come, ma per la verità non mi sono mai posto quella domanda a cui ora nessuno più può rispondere, ‘zu Beniamino N. detto “Baiocco”, era anche un lontano parente. A contraddire quel Beniamino, nome che evocava un individuo piccino, si trattava di un omone imponente, grande e grosso che, a […]


  • Ciao Caro, la triste storia del debosciato di Agrigento

    di Pasquale Hamel Le auto dovevano essere rigorosamente sportive, magari col tettuccio asportabile perché nelle belle giornate che, per carità di Dio, nell’agrigentino, estremo lembo d’Italia, non mancavano mai, potesse fare il pieno di sole e di vento. E di auto, bisogna ricordarlo, si diceva che ne avesse sfasciate più lui che uno sfasciacarrozze; la […]


  • La Scopa, corna e cornuti ad Agrigento

    di Pasquale Hamel “Chistu è lu pagliaru du Zzu Turiddu Malogioglio”. Questa scritta introduceva nel villino, che si affacciava sul lungo viale di San Leone, di proprietà di un originale personaggio agrigentino che per anni è stato coscienza critica di una città in cui le contraddizioni del presente pareggiavano e, perfino, superavano, le glorie di […]


  • La rivincita antifascista di Taccareddu da Porto Empedocle

    di Pasquale Hamel Il nome di Salvatore B., “Taccareddu” come era inteso a ragione delle sua modestissima altezza, alla gran parte dei miei lettori non ricorda nulla e, credo, anche a Porto Empedocle, suo paese e luogo della storia che vado a narrare, ben pochi ricordano questo personaggio. Eppure Taccareddu, un anarchico orgoglioso delle sue […]


  • Una storia sconosciuta della vita di Pirandello

    di Pasquale Hamel Il caso o, se si vuole, un disegno provvidenziale fece nascere Luigi Pirandello in terra di “Girgenti”. I genitori del grande drammaturgo, Stefano e Caterina-Ricci Gramitto, nell’imminenza della nascita, per sfuggire all’epidemia di colera che infestava i centri abitati, si erano infatti trasferiti da Porto Empedocle, dove abitavano, nella casetta in contrada […]