Palermo, acquisti importanti ma rosa incompleta e squilibrata. E si infortuna Ingegneri

di Gabriele Bonafede

 

Lontano dalle polemiche e le reiterate proteste di una grande parte della tifoseria contro Zamparini, il Palermo si allena nel ritiro di Bad Kleinkirchheim. Oggi affronta la prima amichevole contro la squadra locale.

Il Palermo ha siglato l’accordo per lo sponsor 2017-2018. Sarà Legea ed ecco le nuove maglie. Ma la rosa è ancora incompleta

Esiste, di fatto, una prima rosa e persino i numeri di maglia, sia pure provvisori come da comunicato della società. Negli ultimi giorni ci sono stati acquisti. Alcuni importanti e interessanti come Coronado Ingegneri, Rolando e Gnahoré. Quest’ultimo non figura tra i giocatori con il numero di maglia assegnato, ma è già in ritiro con la squadra.

Purtroppo, la società comunica un infortunio al ginocchio proprio di Ingegneri, portato a Palermo dal nuovo allenatore Tedino quale pilastro della difesa. Dal comunicato si evince che l’infortunio avrebbe la necessità di un intervento chirurgico. Sembra dunque una brutta tegola a inizio preparazione.

La rosa “ufficiale”, ovvero quella con numeri di maglia assegnati sia pure provvisoriamente, è al momento piena di giovani che abbiamo visto giocare nella Primavera con buone prestazioni a partire dai centrocampisti Ruggiero e Petermann. Ma si tratta di una rosa di giocatori che è ancora con squilibri evidenti: quattro portieri, ma tutti giovani di belle speranze che dovranno subire un evidente sfoltimento; undici difensori, ma con alcuni che non è detto rimangano; sette centrocampisti e ben nove attaccanti, l’anno scorso il Palermo aveva iniziato la preparazione con otto tra punte e “mezze-punte” .




Ecco la rosa di giocatori con numeri assegnati:

Stadio quasi vuoto in Palermo-Fiorentina la scorsa stagione

PORTIERI: 1 Alastra, 31 Fulignati, 13 Marson, 12 Posavec.

DIFENSORI: 4 Accardi, 19 Aleesami, 15 Cionek, 6 Goldaniga, 32 Ingegneri, 17 Morganella, 29 Pirrello, 3 Rispoli, 14 Rolando, 5 Struna, 24 Tafa.

CENTROCAMPISTI: 18 Chochev, 21 Fiordilino, 28 Grillo, 8 Jajalo, 33 Petermann, 26 Ruggiero, 25 Toscano.

ATTACCANTI: 16 Balogh, 27 Bentivegna, 10 Coronado, 11 Embalo, 20 La Gumina, 23 Lo Faso, 30 Nestorovski, 9 Silva, 7 Trajkovski.

La difesa è tutta da decifrare, soprattutto nell’eventualità di una mancata presenza di Ingegneri in avvio di stagione. Come detto, alcuni difensori sarebbero sul mercato e, al momento, il Palermo schiererebbe praticamente una delle versioni difensive dello scorso torneo, con in più Rolando, Tafa, e alcuni giovani. E il ritorno eventuale di Struna. Forse non sfigurerebbe i serie B, ma siamo lontani dalle certezze di un campionato di vertice.




A centro campo i movimenti più ampi, e le carenze più evidenti. Manca un regista, o per lo meno qualcuno che imposti il gioco in velocità. Chochev e Jajalo, provenienti da una stagione deludente in serie A, potrebbero essere adeguati alla serie B, ma non necessariamente per un campionato di vertice. Ci sono Gnahoré e Coronado, Lo Faso, Bentivegna ed Embalo che in realtà giocherebbero tra le linee di attaccanti e centrocampisti, e anche da esterni offensivi (almeno Embalo).

Due squadre in cerca di ispirazione entravano in campo: Palermo e Marsiglia. Era l’agosto 2016, prima di uno sciagurato campionato. Finì 1-1 e segnò Embalo per il Palermo

In attacco c’è da prendere decisioni importanti, soprattutto se rimane Nestorovski. Eventualità tutta da verificare.

Sebbene siano segnalati in nove quali attaccanti, le punte vere, da area di rigore e gol, sono solo due: Nestorovski e La Gumina. Silva, che ha avuto assegnato nientemeno che il numero 9, è ancora uno sconosciuto, mentre gli altri sei sarebbero, come detto, di sostegno più che terminali offensivi.

Balogh ha dimostrato grandi incertezze quale attaccante da rete, e non sembra di fatto una punta vera e propria, ma piuttosto qualcuno che, in serie B, potrebbe saltare l’uomo. Per quanto molto alto, ha dimostrato d’avere bisogno di allenamento per svettare e colpire bene di testa.

Si profila un lavoro molto intenso per Tedino, la dirigenza tecnica e il DS Lupo al fine di dare una forma concreta a questo giovane cantiere aperto.

Oltretutto con il problema del tetto ingaggi e di altre situazioni che ci sono nella serie cadetta. Non ultima, una disaffezione palese per Zamparini moltiplicata a potenza a causa di una brutta retrocessione a seguito di una stagione deludente. La campagna abbonamenti si preannuncia molto difficile, e uno stadio deserto con forti contestazioni sembra una delle poche “certezze”.

Primo appuntamento per una verifica, oggi alle 17 con la rituale amichevole d’avvio FC Bad Kleinkirchheim – Palermo.

 


DIVENTA FAN DI MAREDOLCE SU FACEBOOK: Clicca QUI. Ti aspettiamo!