I misteri di Palermo in una guida per ragazzi

di Gabriele Bonafede

 

Quale città non ha i suoi misteri? Un po’ tutte, nel mondo. Ma, forse, Palermo ha qualche mistero in più. A volte è misterioso persino il comportamento di noi palermitani e gli amici “del continente” faticano a capirci, pur parlando, volendo, la stessa lingua. Misterioso è il contenuto della frittola. Misteriosa è la storia dei Beati Paoli. Misteriose sono tante vicende, belle o brutte, accadute o solo raccontate in città. Misteriosi sono persino i colori della squadra di calcio: rosa e nero. Perché?

Tra i misteri di Palermo il conte di Cagliostro e la sua scommessa con la morte.

Tra i misteri di Palermo il conte di Cagliostro e la sua scommessa con la morte.

E il mondo di oggi ama i misteri, se non altro a giudicare dalla fortuna del genere giallo nell’editoria. I gialli piacciono molto, ma ancora più belli e intriganti sono i misteri legati ai luoghi, e soprattutto ai luoghi della città di Palermo, particolarmente stratificata nelle architetture e nell’urbanistica come nella storia e nelle storie.

Ecco perché le storie misteriose di Palermo possono essere un percorso di conoscenza e un filo conduttore culturale e educativo. Ci ha pensato Lietta Valvo Grimaldi, scrittrice di successo per ragazzi in città e ormai anche nel resto d’Italia. Sfornando un’altra delle sue deliziose guide: “Guida ai Misteri di Palermo e dintorni”.

Misteri antichi e recenti sono raccontati da Lietta e, come sempre nelle sue guide, illustrati piacevolmente da Bianca Martorana Tusa. Ma sono soprattutto organizzati e segnalati, didatticamente, in quattro categorie: misteri “delittuosi”, misteri “magici o soprannaturali”, misteri “scientifici” e misteri “storici”. Ovviamente, ci sono anche misteri svelati, e cioè misteri che oggi non lo sono più perché si è capito l’enigma. Ma anche questi sono importanti per conoscere Palermo e farla percorrere in maniera coinvolgente ai ragazzi, e non solo.

La guida è un viaggio in misteri che, anche se pensiamo di conoscere bene Palermo, spesso non ricordiamo. Chi conosce il mistero dello Spasimo in Sicilia? E chi quello della “piazza magica”?

Insieme ai misteri “più noti”, come i Beati Paoli, la tomba di Galeno, l’assassinio di Petrosino, la bambina dei Cappuccini, la guida ci porta su storie e leggende di Palermo anche meno note, sempre con la voglia di scoprire e conoscere. E con quella capacità di accompagnare i ragazzi alla scoperta di una città, che sia la propria o un’altra, già dimostrata da Lietta Valvo Grimaldi in molte altre guide.

VITTORIETTI_guida ai misteri_cop_20-07La presentazione del libro è altrettanto deliziosa: “Una notte del 1862, in diversi punti di Palermo, tredici cittadini vennero accoltellati senza un’apparente ragione. Mistero. Due anni dopo, si iniziò a distruggere due conventi per far posto ad un grande teatro: ma le monache non ebbero pace e una di loro infesta ancora oggi il Massimo. Mistero. E che dire del coccodrillo che 150 anni fa fu avvistato nel fiume Papireto? E della bambina dei Cappuccini, la piccola Rosalia Lombardo che non sembra essere corrosa dal tempo? Misteri anch’essi, come anche la misteriosa pala d’altare che Raffaello dipinse per lo Spasimo, scomparsa come è sparito il Caravaggio dell’Oratorio di san Lorenzo. Insomma Palermo nasconde bene le sue storie e i suoi segreti, snocciolarli ad uno ad uno è un gioco complesso.”

E non solo un libro: anche giochi per ragazzi e attività connesse. Ci sarà infatti “MISTERIOSAMente Palermo”, un evento, o meglio un intero weekend – dal venerdì 25 a domenica 27 novembre – per vedere se esiste sul serio, citando Calvino, una “città invisibile” le cui tracce sono nella toponomastica, negli usi e costumi di cui talvolta si è dimenticata l’origine, nelle suggestioni che luoghi e monumenti sono capaci di evocare”.

“Una Palermo nascosta e delicata – continua la presentazione dell’evento legato alla pubblicazione del libro – che di tanto in tanto balza fuori a ridosso di una visita guidata, un percorso, sotto un affresco dimenticato. Non sarà quindi un caso se questa città, un pezzetto per volta, è diventata una cipolla da sfogliare, memoria dopo memoria, strato dopo strato, alcuni più pesanti, altri quasi trasparenti, altri ancora opachi. Una città che pesa sui propri luoghi: dall’Archivio di Stato, nel cuore del centro storico, che ospiterà due mostre, una fotografica e una di acquarelli, ed un concerto; all’oratorio di San Lorenzo colmo degli stucchi del Serpotta, sotto l’ombra del Caravaggio scomparso; all’oratorio di San Mercurio e alla Camera delle Meraviglie come luoghi per raccontare il mistero sulla scia della “Guida” di Lietta Valvo Grimaldi e Bianca Martorana Tusa; fino alla cripta della Madonna del Piliere dove trova spazio un laboratorio dedicato per ragazzi, una stranissima e affascinante “gara di scacchi con mistero”.

 

Ecco il programma di “MISTERIOSA Mente Palermo”:

 

Un intero week end alla ricerca dei misteri di Palermo. Il programma di MISTERIOSA Mente Palermo si apre venerdì 25 novembre alle 17 nella Sala Damiani Almeyda dell’Archivio storico comunale (via Maqueda 157) con una doppia inaugurazione: una mostra di acquarelli “Taccuini di viaggio” di Francesca Starrabba, dedicata alla città; e un’esposizione di fotografie di Michele Di Leonardo sul mistero di Santa Rosalia. Alle 19, un concerto del coro dell’Accademia Henri Farge. Ingresso libero.Misteri di Palermo 1

Sabato 26 novembre. Alle 17 all’Oratorio di San Mercurio (cortile san Giovanni degli Eremiti 2): Bernardo Tortorici di Raffadali, presidente degli Amici dei Musei Siciliani, lo scrittore e giornalista Alberto Samonà, e l’attore Salvo Piparo, presenteranno il libro di Lietta Valvo Grimaldi e Bianca Martorana Tusa “Guida ai misteri di Palermo e dintorni per ragazzi molto coraggiosi”, Pietro Vittorietti editore. A seguire visita guidata alla Camera delle Meraviglie, via Porta di Castro. Per i primi 40 partecipanti.

Domenica 27 novembre. Alle 10,30 e alle 11,30, l’Itinerario del mistero che partirà  dall’Oratorio di San Lorenzo (via Immacolatella 5). A cura degli Amici dei Musei Siciliani. Alle 10,30 una straordinaria “partita a scacchi sui misteri di Palermo”, ovvero “Ex tenebris”, laboratorio gratuito per ragazzi tra 8 e 12 anni, curato da Lietta Valvo Grimaldi in collaborazione con la Città del Sole nella cripta di Santa Maria del Piliere (piazzetta degli Angelini). Prenotazione obbligatoria alla Città del Sole. Alle 19, concerto gratuito di chiusura all’Oratorio di San Lorenzo, in collaborazione con Silvia Balistreri – Camere dello Scirocco.

 

Guida ai misteri di Palermo e dintorni … per ragazzi molto coraggiosi,  di Lietta Valvo Grimaldi e Bianca Martorana Tusa, Pietro Vittorietti Editore, Palermo 2016.

 

 


DIVENTA FAN DI MAREDOLCE SU FACEBOOK: Clicca QUI. Ti aspettiamo!