Il turbotrombato

Fusaro fa una figura pessima alle elezioni nel Comune di Gioia Tauro. Solo 224 voti, ovvero il 2,4%. Ultimo. Il turbotrombato resta confinato nel perimetro condominiale

di Gabriele Bonafede

Si era presentato quale candidato a sindaco di Gioia Tauro (Calabria) con una lista dal nome antico “Risorgimento Meridionale per l’Italia”. La definizione del giovine italo? “Filosofo che ha contribuito alla sedimentazione presso la pubblica opinione di un pensiero alternativo, contro le classi dominanti.” Ma tutti lo conosciamo per le sue turbo-definizioni come “turbocapitalismo”, “turbomondialismo”, “turboqui”, “turbolà”.

In tutta Gioia Tauro ha trovato 224 voti.

Con le elezioni al Comune di Gioia Tauro (Comune di 21mila abitanti) si deve utilizzare il turbo per definire la sua pietosa performance: turbotrombato. Solo 224 voti, ovvero il 2,4% delle preferenze.

Ultimo posto, ovvero quinto su cinque, con un turbomotore elettorale evidentemente da rivedere. Eppure, ultimamente, andava spesso in Calabria a cercare turbo-gloria con le sue tubo-minchiate sul net.




Evidentemente ai cittadini ha solo rotto i turbo-cabasisi ed è stato sonoramente servito. D’altronde, quando un incoerente storico riesce ad auto-convincersi di essere il solo filosofo, allora può allentare la presa sui corpi, perché è “totale” quella sulle minchiate.

Ovvio, un tempo Fusaro stava a ciondolare all’università e nel salotto di casa sua. Ora sta con i signori del padronato pseudopolitico liquidominchionario al Fuserberg: la montagna della incoerenza. Anche la storia, diceva Hegel, ha la sua ironia. E così Fusaro, non avendo raggiunto il 2,7 per 100, resta confinato nel perimetro del turbo-trombato locale. Il nuovo ordine egoerotico di Fusaro non va oltre amici e parenti, e forse manco quelli.




Turbotrombato, o meglio, ultra-plus turbotrombato fornito di supercazzola con scappellamento a destra e a sinistra.

Ma lui non si dà per vinto e riesce a postare un tweet ironizzando su +Europa “Anche la storia, diceva Hegel, ha la sua ironia. E così +Europa, non avendo raggiunto il 4 per 100, resta confinata nel perimetro nazionale italiano”.

Peccato che è proprio il gruppo europeo di riferimento di +Europa, ALDE, a diventare con queste elezioni l’ago della bilancia per la formazione di un esecutivo di Bruxelles a scala continentale. E che lui, il turbotrombato di Gioia Tauro, resta confinato nel perimetro condominiale.

Insomma, il voto di Gioia Tauro, Fusaro lo ha visto dal seminterrato della local class turbopacchiana.

 

 

Nel testo, veduta di Gioia Tauro. Immagine tratta da Wikipedia. Di Spisidda – Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=11867070

 


DIVENTA FAN DI MAREDOLCE SU FACEBOOK: Clicca QUI. Ti aspettiamo!