28 Febbraio 2021

1 thought on “L’omaggio di Giuditta Lelio a Jean Cocteau

  1. l’energia profonde intensa dall’anima – dall’animus! – di Giuditta, dal suo amore per il teatro, così coinvolgente, così raro e prezioso da considerarlo, almeno da parte mia, un grandissimo privilegio poterla avere come amica, interlocutrice attenta e semplice nel voler condividere la complessità della sua enorme competenza, della sua smisurata cultura teatrale e non solo: è il suo entusiasmo contagiante a renderla unica e speciale nel nostro panorama siculo-italico troppo conforme alle logiche di chi gestisce il potere, il suo coraggio, nell’affrontare sfide sempre diverse ma dall’esito rivitalizzante, persino gratificante per una città che da troppo tempo è alla ricerca di rassicuranti conferme. Giuditta esplora, ed è tra coloro i quali cercano di dare a questa città, Palermo, ulteriori chances per essere riconosciuta al livello dell’importanza culturale che le compete. Non che debba essere il teatro il luogo di una riflessione, di una motivazione all’impegno, ma certamente il teatro di Giuditta sa indicare molte strade, una tra le poche voci che ancora resiste, più bella che mai, oltre le barriere e le trappole e le rassegnazioni e le rabbie di un’epoca che di gratuito e disinteressato ha ormai ben poco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *