Il Capitano degradato. Adesso è il Sergente Felpa Garcia de la Lega

In un libro la storia del pupazzetto di Zorro rubato quando era piccolo. Immediato il provvedimento sul web

di Gabriele Bonafede

Chi di web ferisce, di web subisce. È proprio il caso di dirlo nel caso del capo della Lega e viceministro, fino ieri “don” Salvini, con l’invidiabile grado di capitano. Il Capitano è stato degradato. Adesso è solo Sergente. Sergente Felpa Garcia de la Lega.

Tutta colpa di uno di quei pupazzetti di Zorro retrò

Tra gli sfottò sul web alcuni sono veramente notevoli. Così è per esempio con il photoshop twittato da questo profilo twitter, precisamente qui e poi rilanciato da quest’altro profilo . Ritrae il noto sergente Garcia con la faccia di Salvini in una espressione militaresca, degna della fama di grande combattente dell’ex-capitano.

D’altronde, in qualche modo i due si somigliano, fisicamente e intellettualmente. Portano ambedue la divisa a spasso con la pancia. E sono tutti e due ossessionati da Zorro, vera e propria storia-fiction, o virtuale, che si ripete.

Già, tutta colpa di quel pupazzetto di Zorro rubato quando era piccolo. Il tristissimo episodio è raccontato nelle prime pagine del libro che ha fatto parlare di sé al Salone di Torino (nella foto). Pare.

E non è escluso che qualcuno sia riuscito a leggerlo tutto, perché effettivamente si possono trovare altre chicche.




Da quella frase improvvida, corredata da un commento sulla sete di “giustizia” derivante dall’orrido furto di un pupazzetto di Zorro, è venuta fuori una tempesta inarrestabile di tweet di dileggio. Che è continuata per ore.

È sufficiente collegarsi su twitter e cercare l’hashtag #Zorro. Anziché immagini e notizie del noto eroe televisivo che ci fece sognare da bambini, per lo meno a noi ormai più avanti negli anni, si trova una sarrabanda di battute corredate di foto e citazioni.




Si trova, soprattutto, l’immagine del Sergente Felpa Garcia de la Lega: il grasso concentrato di una seire di sberleffi con tutte le possibili combinazioni e permutazioni.

La zeta è d’obbligo, la pancia e la divisa pure. Manca solo l’hamburger. Ma solo perché è ormai ben digerito all’ingrasso.