fbpx

Articles Posted in the " il politofilo " Category

  • Referendum, votare con la testa e non con la pancia

    di Giovanni Rosciglione   Mancano 18 giorni al 4 dicembre, data del voto per il referendum sulla riforma costituzionale. E i chiassosi dibattiti sulle ragioni del sì o del no si incartano su argomenti assolutamente estranei al merito di una delle più importanti, attese e condivise riforme della nostra acciaccata Repubblica. Il risultato è quello […]


  • La Pizza-Unesco e il turismo in Sicilia

    di Giovanni Rosciglione   Ieri sera dei miei amici mi hanno invitato ad una pizza a Monreale, il cui Duomo (nella foto in copertina, le absidi) è noto sito Unesco di massimo pregio artistico e storico: una vera e propria Pizza-Unesco, si potrebbe dire. Avevano prenotato un tavolo per sei alle 20 e 30. Siamo […]


  • Coalizione: parola magica

    di Giovanni Rosciglione Che il governo Renzi sia in difficoltà mi sembra evidente. Avrà (ha!) sbagliato nel personalizzare il Referendum sulle riforme costituzionali, ma mi sembra altrettanto evidente che non è per questo che è accerchiato dalle batterie di fuoco a destra e a sinistra e, con addetti ai missili terra terra, i soldatini di D’Alema, […]


  • Renzi e Cecchino Angiolieri

    di Giovanni Rosciglione Tutti conoscono Cecco Angiolieri, poeta toscano nato nel 1260 e morto nel 1313. È classificato tra i rappresentanti del dolce stil novo, che in certo qual modo può essere considerato il movimento letterario che rottamò la vecchia e liturgica lingua latina e affermò coraggiosamente la nostra lingua italiana moderna. Conobbe Dante, del […]


  • La “santa alleanza” contro Renzi

    di Giovanni Rosciglione Questa è l’ultima del Governo Renzi http://www.corriere.it/economia/16_giugno_15/furbetti-cartellino-sospensione-immediata-licenziamento-veloce-cd44a776-332d-11e6-a482-ab4404438124.shtml: il licenziamento facile per i truffatori del cartellino. Penultima la proposta dell’anticipo pensionistico. E, andando a ritroso, la legge per l’assistenza agli invalidi rimasti soli (il dopo di noi), le unioni civili, l’accordo europeo sui migranti, l’accordo con l’India per il rientro dei Marò, la […]


  • Quando Calderaro difendeva il Parco dei Nebrodi dalla mafia

    di Giovanni Rosciglione La mano magica e affettuosa di Umberto Signa ha tracciato il profilo perfetto di Rino Calderaro, un nome che tutti quelli che a Palermo hanno fatto politica negli ultimi 50 anni ricordano e rimpiangono con affetto. Preceduto dal fumo della pipa, dondolante sulle spesse suole delle sue immancabili mephisto, di fustagni e […]


  • Il passo necessario dal Concordato alle unioni civili

    di Giovanni Rosciglione Il Governo italiano ha messo la fiducia sulla legge detta “delle Unioni Civili”, che completa il testo già approvato con la previsione di includere anche le coppie omosessuali ai benefici anagrafici. Da leggere, su questo: http://www.repubblica.it/…/unioni_civili_governo_fiducia-1…/ Trovo normale che molti italiani non apprezzino questa legge e che ne ostacolino l’applicazione. Trovo invece […]


  • Antimafia “futurista” e antimafia concreta

    A settembre dello scorso anno, dopo gli scandali Helg e Saguto, pubblicavo queste mie riflessioni (http://manrico.social/attualita/item/83-una-nuova-stagione-della-lotta-alla-mafia.html) sul gravissimo colpo inferto alla credibilità della lotta alla mafia, sullo spettacolo indecoroso dato dalle Istituzioni (Magistratura e Prefetto) e sul disvelamento della inconsistenza e inaffidabilità della colorita galassia dell’associazionismo antimafia. C’era anche la ripensare la funzione stessa della […]


  • Perché il referendum è stato trivellato

    di Giovanni Rosciglione Ieri è stata la prima volta in vita mia che non mi sono recato al seggio per votare. L’ho sempre fatto – non per dovere – ma per diritto e rispetto. Un diritto non scontato e il rispetto per le regole della democrazia. Avrei votato No alla domanda di un Referendum che […]


  • Riforma Province e ribaltoni in Sicilia

    di Giovanni Rosciglione   Ieri l’Assemblea Regionale Siciliana, pur con grave ritardo, ha approvato la Riforma delle Province con una legge, che avrebbe dovuto adeguarsi alla normativa nazionale della proposta Del Rio. “Avrebbe” ho scritto, perché poi in realtà, con un voto segreto richiesto dalla minoranza, è stata bocciata la giusta proposta del PD di […]