fbpx

Articles Posted in the " Economia " Category

  • Light and Building 2016. Dove va l’industria italiana

     di Ettore Fici Chi non è un conoscitore del mondo dell’Illuminazione o Lighting si chiederà cosa è Light and Building e come mai possa interessare noi Italiani. La risposta più sintetica è che Light and Building è la prima fiera mondiale del settore, a cadenza biennale, nell’area della Fiera di Francoforte sul Meno in Germania. […]


  • Da Almaviva ai Cantieri: notte e speranza

    di Gabriele Bonafede Notte di passione e di speranza per un’intera città: Palermo. Attanagliata dal rischio licenziamenti di massa. Ai quasi 1700 lavoratori di Almaviva si aggiungono infatti 700 operai a rischio per i Cantieri Navali e altri 139 della Cedi-Carini. Si tratta di un numero enorme di occupati a rischio per l’area metropolitana di […]


  • Licenziamenti Almaviva. Impatto devastante

    di Gabriele Bonafede Nemmeno il tempo di registrare una notizia “buonina” di pochi giorni fa, e arriva una mazzata spaventosa: quella dei licenziamenti di Almaviva. Sarebbero quasi 3000 nel territorio nazionale, ma più della metà proprio a Palermo: esattamente 1670 gli esuberi nel capoluogo siciliano. Pochi giorni prima di Pasqua, infatti, veniva diffusa la notizia […]


  • Palermo calcio, inizia il “dopo-Zamparini”

    di Gabriele Bonafede Il problema del Palermo calcio, se ci si pensa bene, non è più Zamparini. Ormai sembra che se ne andrà presto, se le sue dichiarazioni in TV sono vere. E comunque ha un’età che non gli consente di continuare per molto nella proprietà del Palermo. Il problema è cosa ci sarà dopo. […]


  • Per 50 euro di debito gli bruciano casa e nipotino

    di Gabriele Bonafede Una bottiglia molotov lanciata dentro casa e conseguenti ustioni gravi al volto del nipotino di due anni. Questo è accaduto nella città di Uljanovsk a un uomo russo che doveva pagare circa 50 euro di debito. La bottiglia molotov sarebbe stata lanciata su una finestra da un “agente” del recupero crediti, ex-poliziotto, […]


  • Tra Ucraina e Russia è ancora Guerra del Gas

    Il Ministro dell’Energia ucraino, Volodymyr Demchyshyn, rinuncia all’importazione di gas da Mosca, mentre il Capo della compagnia statale energetica ucraina Naftohaz, Andriy Kolobyev, dichiara l’adozione della legislazione UE nel mercato energetico ucraino. Tra Kyiv e Mosca è l’ennesimo conflitto energetico di Matteo Cazzulani Varsavia – L’Europa conviene, sia per il gas che per i regolamenti. […]


  • Gela. Messa del Vescovo e manifesti a lutto per la raffineria

    Una mobilitazione cittadina e di tutto il territorio circostante, con manifesti ironici sul “lutto” per la “morte” della raffineria di Gela. Anche la Chiesa, con Mons. Rosario Gisana celebra insieme a molti parroci una Santa Messa di sostegno agli operai in presidio permanente. Le notizie da una selezione di quotidiani locali. I quotidiani locali online […]


  • Euro asfalta Rublo 90 a 1

    di Gabriele Bonafede Novanta rubli per un solo euro. Anche novantuno, come si vede nella foto. È questo il cambio tra le due divise dopo un’ennesima giornata di passione per la moneta di Mosca. Dall’inizio dell’anno, il rublo ha perso tra l’11% e il 12% nei riguardi della moneta europea. Ciò vuol dire che chi […]


  • La Grecia dà il via libera alla TAP ma guarda sempre a Gazprom

    Il Governo greco approva il tratto definitivo del Gasdotto Trans Adriatico per incrementare le entrate di bilancio. Atene sempre in attesa che la Russia ripristini il Turkish Stream di Matteo Cazzulani Varsavia – Un progetto per la diversificazione delle forniture di gas dell’Unione Europea necessario da realizzarsi soprattutto per incrementare le entrate di bilancio. Così […]


  • Nuovo record Euro su Rublo mentre il petrolio affonda

    Nuovo record del valore euro sul rublo, che è schizzato fino a 84,80 rubli per un euro nella mattinata di oggi. Sempre più significativa la correlazione tra valore del rublo, tutt’oggi sopravvalutato anche a 84 rubli per euro secondo alcuni analisti, e prezzo del petrolio. Il petrolio (Brent) perde infatti un altro 4% e più, […]