Palermo indecifrabile: da citazioni-Boskov

di Gabriele Bonafede

 

Ci siamo, la partita di sabato con l’Olimpique Marsiglia (OM) è l’ultima amichevole. Poi si fa sul serio: prima in Coppa Italia e poi in un campionato che, come quello dell’anno scorso, comunque finisca farà storia.

Negli ultimi giorni alla corte di Zamparini e alla guida di Ballardini sono arrivati giocatori interessanti, e la squadra rosanero sembra almeno un pochettino rinforzata: Nestorovski, Gazzi, Rajkovic, Sallai e adesso Aleesami sembrano validi anche se non è detto che possano far meglio dei partiti e partenti.

Il popolo rosanero sa sostenere la squadra. Anche quando è in difficoltà

Il popolo rosanero sa sostenere la squadra. Anche quando è in difficoltà

Il Palermo che si sta formando, è inutile nasconderlo, non piace molto al popolo rosanero. Altrimenti la campagna abbonamenti non sarebbe andata così giù: solo 4000 abbonati al momento. C’è un pessimismo diffuso che si percepisce nei social, anche se gli ultimi quattro acquisti sembrano accolti con qualche rivolo di speranza.

Il calcio è il calcio e, sebbene sul piano tecnico esistano chiare differenze tra grandi club e le “piccole”, è ancora troppo presto per fare pronostici. L’obiettivo del Palermo sembra tuttavia abbastanza chiaro: la salvezza, magari senza trepidare fino all’ultima giornata come lo scorso anno. Ma anche con un obiettivo così modesto, il Palermo rimane indecifrabile.

E dunque, a questo punto del precampionato si possono applicare solo i famosi detti, spesso lapalissiani o “alla Catalano”, di Vujadin Boskov. Eccoli, tratti da Wikiquote (https://it.wikiquote.org/wiki/Vujadin_Bo%C5%A1kov) e adattati alla stagione imminente del Palermo, magari con qualche valutazione cattivella e assolutamente arbitraria: puramente satirica.

  • Qualcuno con sue finte disorienta avversari ma pure compagni.
  • Chi ha sbagliato? Posavec?
  • Chi non tira in porta non segna.
  • Ci sono allenatori che pretendono di far mangiare ai loro giocatori salame dei Nebrodi e pecorino madonita. Poveri noi e poveri loro.
  • (Su Posavec) Dal punto di vista professionale e comportamentale è un esempio. La sua dedizione a questo sport è totale. Non è mai stato una prima donna, si è sempre comportato correttamente con allenatori e compagni. Ha doti tecniche e fisiche notevoli, oltre a una smisurata ambizione: caratteristiche che lo hanno fatto diventare un grande della nostra squadra. È sicuramente tra i primi tre portieri del precampionato del Palermo.
  • Dopo pioggia viene sole.Vujadin_Boskov_rosanero
  • Gli allenatori sono come i cantanti lirici. Sono molti e anche bravi, ma soltanto due o tre possono cantare al Teatro Massimo.
  • Gli allenatori sono come le gonne: un mese vanno di moda le mini, il mese dopo le metti nell’armadio. (Ballardini… Accura a Zamparini)
  • Grandi squadre fanno grandi giocatori. Grandi giocatori fanno spettacolo e migliore calcio.
  • Allenatore rosanero è come cervo che esce di foresta.
  • Allenatore rosanero è come cervo ritornato in foresta.
  • In campo sembravamo turisti. Con la differenza che per entrare allo stadio non abbiamo pagato il biglietto.
  • Io penso che per segnare bisogna tirare in porta. Poi loro sono loro, noi siamo rosanero.
  • (Ad un giornalista che magari non prevede un cambio di allenatore nel Palermo di Zamparini) Io penso che tua testa buona solo per tenere cappello.
  • L’allenatore deve essere al tempo stesso maestro, amico e poliziotto.
  • La mia grossa preoccupazione è prendere un gol meno dell’avversario.
  • La zona? Un brocco resta brocco anche se gioca a zona. Dov’è lo spettacolo?
  • Loro come noi, due gambe e undici giocatori in campo. Più di noi hanno solo le Fiat. (Da ricordare prima di Palermo-Juventus che si giocherà alla sesta giornata)
  • Quaison è come Pendolino che esce dalla galleria.
  • Meglio perdere 4-0 che perdere 5-0. (E speriamo che non succeda spesso).
  •  Meglio perdere con l’Olimpique Marsiglia 6-0 che le sei partite successive 1-0.
  • Nel calcio c’è una legge contro gli allenatori: giocatori vincono, allenatori perdono. (Soprattutto al Palermo)
  • No serve essere 15 in squadra se tutti in propria area.
  • Non ho bisogno di fare la dieta. Ogni volta che entro al Renzo Barbera perdo tre chili.
  • Non si possono prendere quattro gol contro avversari che superano tre volte nostra metà campo. (Anche perché non succederà mai, la seconda che ha detto).
  • Palla a noi, giochiamo noi, palla a loro, giocano loro.
  • Pallone entra quando Santa Rosalia vuole.Maglietta Palermo Viva Santa Rosalia 390
  • Partita finisce quando arbitro fischia.
  • Per vincere partite bisogna fare più gol.
  • Più bravi di Palermo sono quelli che stanno sopra di lui in classifica. (Per adesso siamo più bravi di Pescara, Roma, Sampdoria, Sassuolo, Torino e Udinese). 
  • Quando segnano gli avversari c’è sempre qualche distrazione dei difensori.
  • Questa partita la possiamo vincere, perdere o pareggiare. (E in questo campionato possiamo retrocedere o non retrocedere)
  • Rigore c’è quando arbitro dà.
  • Rigore è quando arbitro fischia.
  • Se io slego il mio cane, lui gioca meglio di Zamparini.
  • Io non dire che Zamparini giocare come mio cane. Io dire che lui potere giocare a calcio solo in parco di mia villa con mio cane.
  • Se si mettessero in fila tutti gli allenatori che hanno occupato le panchine del Palermo si completerebbe il giro della terra.
  • Se non gioca Posavec, mettere Marson oppure Fulignati. Altro non hay.
  • Se vuoi fare una brutta figura, parla con gli arbitri, scoprirai le tue debolezze di carattere.
  • Senza disciplina vita è dura.
  • Squadra che vince, non si cambia.
  • Squadra che vince scudetto è quella che ha fatto più punti.
  • Tedeschi sono come tedeschi, macedoni come macedoni.
  • Un 2 a 0 è un 2 a 0, e quando fai 2 a 0 vinci.
  • Un grande giocatore vede autostrade dove altri solo sentieri. (E speriamo che questo giocatore sia Sallai o Lo Faso)

Buon campionato a tutti, e grazie Boskov!

 

In copertina, Vujadin Boškov immagine tratta da wikipedia Pubblico dominio, https://it.wikipedia.org/w/index.php?curid=3861210 e, nel testo, maldestramente ritoccata per trasformarlo in rosanero. Chiediamo venia agli amici sampdoriani.

 

 


DIVENTA FAN DI MAREDOLCE SU FACEBOOK: Clicca QUI. Ti aspettiamo!