Articles Posted in the " Regno delle Due Sicilie " Category


  • Scuola pubblica: ecco come il Piemonte vinse nel fare l’Italia

    di Pasquale Hamel Il Regno di Sardegna, rispetto agli altri stati che si dividevano il territorio della penisola prima dell’unità, pose, già prima del 1848, particolare attenzione all’educazione scolastica. Con decisive riforme per creare una scuola pubblica, e una conseguente alfabetizzazione dei propri cittadini. La presenza di un ministro di formazione laica, quale fu Carlo […]


  • Gli albori della libertà di stampa in Sicilia: il 1848

    Il 1848 segnò un grande fiorire di giornali e pubblicazioni a stampa in tutte le province siciliane. Ecco un breve resoconto nelle nostre “Pillole di storia” di Pasquale Hamel Gli eventi che vanno dal 12 gennaio 1848, data in cui scoppia la rivoluzione in Sicilia e precisamente a Palermo, al 15 maggio 1849, data in cui […]


  • La Chiesa siciliana al tempo dei Borboni

    di Pasquale Hamel La Chiesa siciliana, nella prima parte del XIX secolo, era un soggetto in grado di condizionare le scelte politiche dei governi borbonici non solo per l’autorevolezza e il prestigio di cui godeva in tutti gli strati della società ma, anche, per il rilevante peso economico di cui disponeva. Una grossa fetta del […]


  • Quando Metternich difese i siciliani

    di Pasquale Hamel Fra il 1821 e il 1827, la Sicilia, ma anche il Mezzogiorno, furono occupate da un corpo d’armata dell’Imperial-regio governo che riportava sul trono Ferdinando I di Borbone. Gli austriaci, pur lasciando la sovranità formale al sovrano Borbone, di fatto esercitavano, alle dipendenze dirette del principe Klemens Lothar von Metternich, il potere […]



  • Dalla Napoli-Portici all’arretratezza del Regno borbonico

    di Pasquale Hamel Il 3 ottobre 1839 veniva inaugurata la Napoli-Portici, la prima ferrovia costruita nella penisola italiana. Si trattò, sicuramente, di un evento importante che, allora, poneva il Regno delle Due Sicilie all’avanguardia fra gli stati italiani. Quegli “appena” 7 km e 250 metri sui quali correva una locomotiva Bayard costruita nella fabbrica inglese […]