Articles Posted in the " Pirandello " Category


  • L’oscena disavventura di Tricsino in Terra di Pirandello

    di Pasquale Hamel Di Tricsino, nome partorito dalla fervida mente del cavaliere Aldo, c’era molto da dire a cominciare proprio da quel soprannome – ‘ngiuria, come si usa dire – che scolpiva la sua particolare fisicità. Era alto quanto bastava da superare la gran parte della gente del Paese ma, quel suo gigantismo, non trovava […]


  • Uno, nessuno e centomila lire

    di Pasquale Hamel Chi potrebbe immaginare il giovane Camilleri (proprio quello del commissario Montalbano) affannato a contare bigliettoni colorati da cento, mille e diecimila lire? Eppure questo accadeva, con una certa frequenza, moltissimi anni fa, a casa di un, tanto eccentrico quanto ricco, suo lontano parente. Il dottor … era uno stimatissimo medico empedoclino, unico […]


  • La “Pasqua di Gea” e i riti in terra di Pirandello

    di Pasquale Hamel Come ogni luogo della Sicilia, anche nella nostra città marinara il tempo di Pasqua è accompagnato dalla celebrazioni di riti e da manifestazioni liturgiche. Un tempo di attesa e di riflessione, che la ritualità incupisce con il richiamo alle pene, alle sofferenze e alla morte. Un tempo non amato dal nostro Pirandello […]


  • Sonno e follia nella chiesa di Pirandello

    di Pasquale Hamel “Non ci vuole niente, sa, signora mia, non s’allarmi! Niente ci vuole a far la pazza, creda a me! Gliel’insegno io come si fa. Basta che Lei si metta a gridare in faccia a tutti la verità. Nessuno ci crede, e tutti la prendono per pazza!” Da “Il berretto a sonagli di […]


  • Il maestro di Scuola Pirandello

      di Paquale Hamel Il ricordo del maestro, almeno per chi come me appartiene ad un tempo passato, è un’immagine che generalmente si cancella con difficoltà dalla memoria, un’immagine indelebile che spesso si ritorna a fissare con gli occhi velati dalla nostalgia o dal rimpianto. A maggior ragione se quella figura, così importante nella formazione […]


  • I più grandi dopo Pirandello

    di Pasquale Hamel Era, e continua ad essere, l’unico reperto storico che Porto Empedocle potesse vantare. Strano che in una terra così fortemente segnata dalla storia, proprio quel Paese ne apparisse quasi privo. Si diceva che fosse una delle tante torri di avvistamento che punteggiavano la costa siciliana a difesa dalle insidie che venivano dal […]


  • La cattedrale gotica di un cimitero pirandelliano

      di Pasquale Hamel Donna Concettina Melluso figlia di don Vincenzo Melluso, una sorta di Buddenbrook empedoclino antenato di mia moglie, aveva accumulato ingenti ricchezze col commercio internazionale. Nonostante la decadenza della propria famiglia, causata da scelte sbagliate dei suoi fratelli, guardava la gente dall’alto in basso con l’atteggiamento della padrona rispetto al servo. Un’altezzosità […]


  • Il cammino di Camilleri verso Pirandello

    di Pasquale Hamel Per segno del destino ci siamo sempre fronteggiati, la casa dei Fragapane, la famiglia della mamma di Nenè Camilleri dov’egli è nato ed ha trascorso la sua infanzia, era proprio di fronte a casa dei miei nonni, dove abitavamo, e la campagna di proprietà dei Fragapane confinava praticamente con quella dei miei […]


  • Il campionato pirandelliano della squadra di Agrigento

      Nella terra di Pirandello non poteva essere diversamente. L’Akragas, squadra di calcio di Agrigento, precisamente Società Sportiva Akragas Città dei Templi, tornata finalmente in Lega Pro (l’antica serie C) dopo 21 anni di assenza, è guidato non da un presidente, ma da due. E sta coerentemente realizzando un campionato che sembra particolare, tortuoso, un […]