Articles Posted in the " mafia " Category

  • Quando Sturzo portò a teatro l’omicidio Notarbartolo

    di Pasquale Hamel   L’assassinio di Emanuele Notarbartolo di San Giovanni, la prima vittima eccellente di mafia, e le vicende giudiziarie che ne seguirono con un Raffaele Palizzolo, deputato del partito regionista accusato di essere il mandante dell’omicidio e il referente del tenebroso sodalizio mafioso palermitano, suscitò molto clamore nell’Italia che avviava la lunga stagione […]


  • I mafiusi de la Vicaria, quando il teatro denunciò la mafia

    di Pasquale Hamel Correva l’anno 1863, a Palermo capitale del Regno fino al 1817 e da due anni capoluogo di una provincia del proclamato Regno d’Italia, andava in scena un’opera teatrale nuova che registrò un immediato successo di pubblico. Si trattava del dramma “I mafiusi de la vicaria”, scritto da un capocomico, Giuseppe Rizzotto, con la […]


  • Ricordare la strage di via D’Amelio nella ricerca della verità

    di Pasquale Hamel Anche questo anniversario della strage di via D’Amelio, nella quale persero la vita Paolo Borsellino e la sua scorta, sarà sicuramente accompagnato dalle solite polemiche sui mandanti e sulle presunte responsabilità del tragico evento. Innanzitutto è ovvio e fondamentale, doveroso, soprattutto per i familiari così ingiustamente colpiti, che tutti possano avere piena soddisfazione […]


  • “In Mio Onore” di Elisa Parrinello al Teatro Biondo

    di Gabriele Bonafede Lo spettacolo In Mio Onore di Elisa Parrinello si preannuncia quale appuntamento fondamentale per riflettere e lavorare a un futuro senza mafia, ricordando senza retorica o ipocrisia i martiri siciliani della lotta alle organizzazioni criminali. Per rendersene conto, basta vedere il trailer e anche il nuovo breve video (ambedue alla fine di […]


  • Ricordando Falcone senza retorica

    di Pasquale Hamel Come mi chiede Maredolce, scrivere di Giovanni Falcone nel giorno in cui si ricorda il tragico epilogo della sua storia personale a ventiquattro anni di distanza dalla Strage di Capaci, è difficile. Si rischia infatti di inserirsi nella scia della retorica che sembra ancor oggi trionfare fino a coprire mancanze e responsabilità […]


  • Quando Calderaro difendeva il Parco dei Nebrodi dalla mafia

    di Giovanni Rosciglione La mano magica e affettuosa di Umberto Signa ha tracciato il profilo perfetto di Rino Calderaro, un nome che tutti quelli che a Palermo hanno fatto politica negli ultimi 50 anni ricordano e rimpiangono con affetto. Preceduto dal fumo della pipa, dondolante sulle spesse suole delle sue immancabili mephisto, di fustagni e […]


  • Antimafia “futurista” e antimafia concreta

    A settembre dello scorso anno, dopo gli scandali Helg e Saguto, pubblicavo queste mie riflessioni (http://manrico.social/attualita/item/83-una-nuova-stagione-della-lotta-alla-mafia.html) sul gravissimo colpo inferto alla credibilità della lotta alla mafia, sullo spettacolo indecoroso dato dalle Istituzioni (Magistratura e Prefetto) e sul disvelamento della inconsistenza e inaffidabilità della colorita galassia dell’associazionismo antimafia. C’era anche la ripensare la funzione stessa della […]


  • Vespa e Riina nell’intervista-vergogna

    di Gabriele Bonafede   Una vergogna: non si può definire altrimenti l’intervista di Vespa e Riina andata ieri in onda nel programma di Rai Uno “Porta a Porta”. Il conduttore ha cercato di difendere l’iniziativa quale maniera “per conoscere meglio la vita dei boss”. Purtroppo non si è visto questo, anzi. Si è vista, e […]


  • Per 50 euro di debito gli bruciano casa e nipotino

    di Gabriele Bonafede Una bottiglia molotov lanciata dentro casa e conseguenti ustioni gravi al volto del nipotino di due anni. Questo è accaduto nella città di Uljanovsk a un uomo russo che doveva pagare circa 50 euro di debito. La bottiglia molotov sarebbe stata lanciata su una finestra da un “agente” del recupero crediti, ex-poliziotto, […]


  • La buia strage di Porto Empedocle

      di Pasquale Hamel La nostra terra, bella, anzi, bellissima, purtroppo soffre, oltre che del “traffico”, di una male ahimè cronico che, nonostante lo sforzo di tante persone perbene, continua a causare vittime e deturparne il volto. Per chi non conosce a fondo il cinema, mi pare chiaro che il riferimento è alla mafia e […]