Articles Posted in the " Governo " Category

  • Diciamo la verità, Zagrebelsky: questo governo è un poco figlio tuo

    di Vincenzo Pino A Propaganda live è andata in onda la performance televisiva di Zagrebelsky, nemico giurato della riforma costituzionale e grande alfiere del “No” al Referendum istituzionale. Nel suo intervento ha polarizzato i suoi argomenti, più che contro l’impianto complessivo di riforma, sul sistema elettorale che a questo era connesso, cioè il sistema elettorale maggioritario. Si sa che […]


  • L’angusto schema di sinistre alleanze da D’Alema a Zingaretti

    di Vincenzo Pino Le vecchie categorie di destra e sinistra faranno i conti con la storia? Non è la prima volta che ci si trova a discettare sul “tasso di sinistrismo” delle forze politiche che hanno vinto le elezioni , lasciando il centrosinistra all’opposizione. Con Zingaretti ci si ritrova così a tattiche già praticate da […]


  • Manovra finanziaria, povertà e il coraggio della realtà

    di Vincenzo Pino L’hanno etichettata la manovra del popolo i pentastellati. Hanno bisogno di simboleggiare in ogni occasione il vuoto di proposta con la suggestione degli slogan. Decaduta la terza repubblica, riposta quella del governo voluto dai cittadini, si sono lanciati ora in questa formula. Condita dalle amplificazioni del solito noto che assegna alla prossima […]


  • Il governo Legastella contro il lavoro

    di Vincenzo Pino Il grande assente nel dibattito politico e nel Def sembra essere la creazione di lavoro. È ormai consolidato nell’orientamento di questo governo la distruzione del lavoro: hanno cominciato con quello  a tempo determinato che si sarebbe, nell’opinione dell’attualegoverno, miracolosamente trasformato in stabile. Ma non è così ed e lo stesso governo è […]


  • Nuovo governo: per un confronto su proposte concrete

    Su Fornero, lavoro, migranti e Unione Europea, è possibile un confronto per l’opposizione di centrosinistra di Vincenzo Pino Potremmo esordire con la gaffe sullo spesometro, da abolire per Di Maio, ma già abolito nell’ordinamento italiano, per insistere sulla incapacità dell’attuale coalizione a governare. Potremmo continuare con la follia tentata sul contratto di programma relativa al […]


  • L’Italia che viaggia in ottovolante

    di Gabriele Bonafede   Questi fanno giravolte che nemmeno sull’ottovolante della Fera del Mediterraneo anni ’80. Nientedimeno, Di Maio e la Meloni sono passati dalla minaccia di un peregrino “impeachment” (con l’ortografia sbagliata però) per “alto tradimento”, al pregare il Presidente Mattarella di concedere ancora tempo per una ripresa delle consultazioni al fine di ripartire […]


  • Grammatica istituzionale e “modello tedesco”

    di Franco Lo Piparo Dalla dichiarazione di Di Maio subito dopo l’incontro col Presidente della Repubblica: «Stiamo lavorando per il governo del cambiamento con cui avrà inizio la terza Repubblica». In essa «i cittadini fanno un passo avanti e i politici un passo indietro». «Stanno cambiando i riti della politica (…) stiamo discutendo dei temi, […]


  • Mattarella non è un notaio

    Il perché della citazione di Einaudi “il Presidente non è un notaio”, che scelse autonomamente nel 1954 un Presidente del Consiglio senza indicazione del Partito di maggioranza relativo. di Vincenzo Pino L’articolo 92 della Costituzione è chiaro: è il Presidente della Repubblica a scegliere il Presidente del Consiglio dei Ministri. Questa attribuzione va strettamente connessa però […]


  • Di Maio fa il governo con Salvini e Berlusconi

    di Gabriele Bonafede Al grido di “populisti di tutto il mondo unitevi” i tre leader del centrodestra allargato alla Casaleggio & Associati trovano un accordo di governo. Almeno così pare, per lo meno sul programma. Di Maio, dunque, accetta di essere sostenuto più o meno visibilmente da Berlusconi, sia pure al crepuscolo politico. D’altronde, come […]


  • Lettera aperta a Gigino DI Maio

    di Marco Pomar Caro Gigino Di Maio, perdona il tono confidenziale, ma la tua giovane età e la continua presenza in questi ultimi mesi nei media, mi fanno sentire in diritto di usarlo. Magari sbaglio, ma non credo sia questo il punto. Il punto è che le ultime notizie, e quando si scrive si corre […]