Chi siamo

Maredolce è un blog collettivo di libera informazione e approfondimento. Nasce a Palermo nel novembre 2015 ed è principalmente scritto da palermitani, ma con uno sguardo sul mondo soprattutto nelle tematiche legate ai diritti umani.

Il castello di Maredolce è un gioiello di storia e architettura al centro di un quartiere conosciuto nel mondo per fatti mafiosi ed eroismo antimafia: Brancaccio. Quel quartiere di Palermo dove al contempo esistevano efferati mafiosi e un parroco-eroe come Don Pino Puglisi, recentemente proclamato Beato. Dunque, un posto del mondo pieno di contraddizioni, precisamente come la città di Palermo e tanti altri luoghi nel mondo. Ma che, con la storia di Don Puglisi e di tante altre persone meno conosciute, dimostra che si può lottare e vincere perché la crescita civile si affermi anche nei posti più difficili: il gioiello architettonico, il gioiello sociale e morale, è incastonato persino all’interno di un luogo famigerato.

Nondimeno, l’informazione è spesso luogo di contraddizioni. E Maredolce vuole essere momento di riflessione su vari temi specialistici per proporre un’informazione di crescita e di costruzione del futuro. Evitando quanto più possibile l’elemento distruttivo della critica fine a se stessa e privilegiando quanto di costruttivo c’è da dire nel mondo. A partire dalla pagina Arte, non a caso collocata al primo posto nel blog.

Direttore e creatore del blog: Gabriele Bonafede

Gruppo redazione: Giusi Andolina, Pasquale Hamel, Benita Licata, Giovanni Rosciglione, Gilda Sciortino, Davide Mannelli

Altri autori/collaboratori: Massimiliano Di Pasquale, Matteo Cazzulani, Stefania Munafò, Angelo Argento, Giampiero Cannella, Salvo Pistoia, Anna Fici, Francesco Lo Cascio, Ylenia Lupo, Michele Pipìa, Aldo Penna, Pietro Ciccarelli, Elisa Carlisi, Francesco Randazzo, Maria Luce Schillaci, Matteo Bavera, Ettore Fici, Valentina Corrao, Daniele Billitteri, Antonio Calandriello, Carlo Barbieri, Mila Spicola, Carolina Infantellina, Laura Nobile, Benni Galifi, Valeria Lo Verde Morante, Sabina Spera, Franco M. Romano, Antonio Augello, Marco Pomar, Maria Teresa de Sanctis

Fotografi: Anna Fici, Angelo Macaluso, Giulio Azzarello

Vignette: Dario Corallo

Design: Gabriele Bonafede

Webmaster: Francesco Piombo