Articles Posted in the " Scuola e formazione " Category

  • 11 novembre: cento anni fa terminava il macello provocato dai sovranisti

    di Gabriele Bonafede Oggi sono cento anni dall’armistizio che pose finalmente fine all’inutile strage della Prima Guerra Mondiale. L’11 novembre 1918 si firmava infatti l’armistizio di Compiègne nel quale si stabiliva la fine delle ostilità che avevano mietuto i milioni di morti dell’allora Grande Guerra. Solo oggi, dopo tre generazioni, si può comprendere appieno cosa […]


  • Casteldaccia e il triangolo della morte

    Solo la diffusione di una cultura della legalità e del rispetto ambientale può evitare altri disastri. Su questo, la politica ha un ruolo determinante   di Gabriele Bonafede Forse ci siamo dimenticati cosa è significato il nome Casteldaccia alcuni decenni fa. Insieme a Bagheria e Altavilla Milicia, negli anni ’80 del secolo scorso, quel territorio […]


  • Scuola pubblica: ecco come il Piemonte vinse nel fare l’Italia

    di Pasquale Hamel Il Regno di Sardegna, rispetto agli altri stati che si dividevano il territorio della penisola prima dell’unità, pose, già prima del 1848, particolare attenzione all’educazione scolastica. Con decisive riforme per creare una scuola pubblica, e una conseguente alfabetizzazione dei propri cittadini. La presenza di un ministro di formazione laica, quale fu Carlo […]


  • I miei esami di maturità, alcune decine di anni fa

    di Marco Pomar I miei esami di maturità li ricordo ancora oggi. Come fosse ieri. E se per caso provassi a dimenticarli, ci sarebbe sempre il mio inconscio a rinverdirmeli nei sogni. Ricordo il terrore nei nostri volti quando si seppe che era uscito il greco scritto. Araldi era sicuro che dopo due anni di fila di […]


  • Bullismo & Company, cosa può fare la scuola

    Giornata contro il bullismo. Cosa fare per ridurlo   di Benita Licata Nella seconda ricorrenza della “Giornata contro il bullismo”, alcuni episodi sono certamente da stigmatizzare. Va però ricordato che i fenomeni di bullismo, di prevaricazione, fino ai deprecabili atti di violenza di alcuni alunni (e di ingerenza, a volte pesante, di alcuni genitori) ci […]


  • Religione a scuola: norme, realtà e potenzialità

    di Benita Licata È “spuntata” su molti giornali la notizia che un dirigente scolastico ha diramato una circolare nella quale faceva presente che la normativa vigente non permette pratiche religiose all’interno della struttura scolastica e, contemporaneamente, con coerenza, ha tolto alcune statuette a carattere religioso, posizionate in vari posti, dentro la scuola. Per altro sono […]


  • Elezioni, scuola e quartieri “difficili”

    Posto il risultato delle elezioni siciliane, quali iniziative concrete per la scuola nei quartieri “difficili”? Una riflessione d’esperienza sul campo   di Benita Licata Per ora circolano molto sui media e sui social i più disparati commenti sulle elezioni siciliane. Abbiamo assistito alla sconfitta della sinistra. Sconfitta annunciata che, a mio avviso, è stata portata non […]


  • Gli studenti e l’alternanza scuola lavoro

    di Benita Licata Gli studenti sono tornati in piazza, forse prima degli altri anni, con gli slogan “no allo sfruttamento”, “no alla schiavitù”, contestando l’alternanza scuola lavoro prevista dalla legge 107. La legge 107, la così detta “Buona Scuola” ha introdotto l’obbligo di 200 ore da svolgere per gli studenti, sotto la vigilanza e responsabilità […]


  • Università, mobilità sociale e sviluppo: i costi della demeritocrazia

    Uno sguardo al passato per non accettare il futuro… a proposito delle recenti notizie di cronaca riguardanti il baronaggio universitario   di Franco Maria Romano Papà mio era medico e suo padre, mio nonno, che non ho conosciuto, era contadino e lavorava un fazzoletto di terra di sua proprietà. Un chiaro esempio di mobilità sociale […]


  • Suona la campanella del primo giorno di scuola. Ma per chi?

    di Benita Licata Anche in Sicilia sta per suonare la campanella del primo giorno di scuola. Ma per chi? Non la sente il bambino i cui particolari genitori sono contrari alle vaccinazioni. Le vaccinazioni sono ora obbligatorie per Legge ed è giusto non mettere a repentaglio la salute di qualcuno, soprattutto se giovane e con poche […]