Articles Posted in the " Pillole di storia " Category

  • La rivolta della Gancia e il mistero del telegramma

    di Pasquale Hamel Un mese prima dello sbarco di Garibaldi a Marsala la decisione, assunta dai Borbone, di fucilare i ribelli della rivolta della Gancia, ha qualcosa di poco chiaro. Quando, infatti, il generale Salzano De Luna, comandante borbonico della piazza di Palermo, insieme al direttore di polizia Salvatore Maniscalco, il 4 aprile 1860, comunicarono […]


  • I Florio e i Borbone: quando il servizio postale fu materia da “Archimede”

    di Pasquale Hamel La fortuna dei Florio, che nel corso dell’Ottocento divennero la più potente e facoltosa dinastia imprenditoriale siciliana, fu anche dovuta alla non comune capacità di relazionarsi in modo concreto col potere politico del tempo. Non è un caso che Vincenzo Florio, negli anni della rivoluzione siciliana del ’48, fosse riuscito a barcamenarsi […]


  • Scuola pubblica: ecco come il Piemonte vinse nel fare l’Italia

    di Pasquale Hamel Il Regno di Sardegna, rispetto agli altri stati che si dividevano il territorio della penisola prima dell’unità, pose, già prima del 1848, particolare attenzione all’educazione scolastica. Con decisive riforme per creare una scuola pubblica, e una conseguente alfabetizzazione dei propri cittadini. La presenza di un ministro di formazione laica, quale fu Carlo […]


  • Gli albori della libertà di stampa in Sicilia: il 1848

    Il 1848 segnò un grande fiorire di giornali e pubblicazioni a stampa in tutte le province siciliane. Ecco un breve resoconto nelle nostre “Pillole di storia” di Pasquale Hamel Gli eventi che vanno dal 12 gennaio 1848, data in cui scoppia la rivoluzione in Sicilia e precisamente a Palermo, al 15 maggio 1849, data in cui […]


  • Ferdinando I, un principe illuminato che si mutò in oscurantista

    di Pasquale Hamel Il 2 febbraio 1825, dopo circa 66 anni di regno, Ferdinando I delle Due Sicilie, moriva. Un regno lunghissimo durante il quale si manifestano eventi sconvolgenti che si riflettono sulle scelte operate da questo sovrano borbonico di non grandi ambizioni. Quel suo regno lo si può dividere in due fasi, nettamente distinte, […]


  • La Chiesa siciliana al tempo dei Borboni

    di Pasquale Hamel La Chiesa siciliana, nella prima parte del XIX secolo, era un soggetto in grado di condizionare le scelte politiche dei governi borbonici non solo per l’autorevolezza e il prestigio di cui godeva in tutti gli strati della società ma, anche, per il rilevante peso economico di cui disponeva. Una grossa fetta del […]


  • Quando Metternich difese i siciliani

    di Pasquale Hamel Fra il 1821 e il 1827, la Sicilia, ma anche il Mezzogiorno, furono occupate da un corpo d’armata dell’Imperial-regio governo che riportava sul trono Ferdinando I di Borbone. Gli austriaci, pur lasciando la sovranità formale al sovrano Borbone, di fatto esercitavano, alle dipendenze dirette del principe Klemens Lothar von Metternich, il potere […]



  • La mafia ai tempi della polizia borbonica

    di Pasquale Hamel Soprattutto a partire dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia divenne sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza. Tutto ciò, nonostante l’inasprimento delle pene, con il ricorso all’esecuzione diretta diventato […]


  • Il Colonello Interdonato prima dei Mille e del limone

    di Pasquale Hamel Dopo la infelice conclusione della rivoluzione del 1848, alcuni dei protagonisti per sottrarsi alla cattura si rifugiarono a Malta, allora territorio sotto la sovranità britannica. Nel corso dell’esilio maltese, con il beneplacito delle autorità britanniche, alcuni degli esiliati diedero vita ad un Comitato Rivoluzionario influenzato dalle dottrine mazziniane il cui obiettivo era […]