Articles Posted in the " Billitterate " Category

  • Ettore il minatore

    di Daniele Billitteri C’era uno che fa il minatore. Scava dove c’è da scavare. Ma pure dove nessuno scaverebbe perché non se ne accorge, perché non ha tempo, perché si accontenta della superficie. Lui invece scava. Sempre. E trova. Sempre. Ma il bello è che, per quanto palude scandagli, ne esce fuori sempre con qualcosa […]


  • Uno che fabbricava magliette

    di Daniele Billitteri Il cielo era coperto ma non pioveva, perfetto. Era coperto- mi dissi – nel rispetto del lutto, non pioveva nel rispetto di noi che in piazza Massimo cantavamo il nostro dolore di ragazzi sedicenti rivoluzionari che provavano ad essere seducenti ribelli. Allora avevo neanche 16 anni e ora ne sono passati cinquanta. […]


  • Viaggio nel grande ospedale delle parole

    di Daniele Billitteri La maestra Consuelo Valenza, disse: “Sono come il dottore delle parole.” E il suo alunno disegnò un cerotto sulla “g” in più in una parola dove ne bastava una. Mi piace l’idea… Una volta c’era una città che non so dirvi dov’è nel mondo. Ma fate la prova a fare girare il […]


  • Se chiude il Ditirammu. Dialogo col signo’ Vito

    di Daniele Billitteri   “Buonasera signo’ Vito” “Buonasera a lei signo’ Billi” “Qua siamo…” “C’è cosa? Non me la conta giusta…” “No signo’ Vito, il fattore e che col teatrino ci su mali riscursi” “Lei lo sa preciso che certo io so tutte cose, è giusto?” “Certo signo’ Vito. Lei di Lassopra vede la qualsiasi. […]


  • Il problema della nostalgia

    di Daniele Billitteri Sono andato al cinema a vedere il concerto di David Gilmour a Pompei, quaranta anni dopo la spettacolare performance dei Pink Floyd nell’anfiteatro romano. Il limitato coinvolgimento emotivo dovuto alla differenza tra concerto dal vivo e concerto sullo schermo, ha – tuttavia – spianato la strada a un flusso ininterrotto di pensieri. […]


  • Quel che è veramente successo a Livorno

    di Daniele Billitteri Sulla tragedia di Livorno ci stanno raccontando un tir di minchiate a cominciare dal sindaco della città. Le polemiche che il primo cittadino ha sollevato ieri sembrano uscite dal Manuale del Pelo Sullo Stomaco degno della più sublime Prima Repubblica. E questo vale per Livorno ma puntualmente accade a tutte le latitudini […]


  • Il tempo delle notti brevi

      di Daniele Billitteri Fu così che un giorno qualunque, uno di quelli che non ti ricordi mai se era martedì o venerdì, decisi che mi piacevano le notti brevi. Ma quelle senza la Luna, tronfia e invadente con quel suo sorriso vago e un po’ stupido. Le notti brevi accorciano gli incubi, per dirne […]


  • Vito, a modo mio

    di Daniele Billitteri Dante fece capire che per andare in paradiso come residente, bisognava passare dall’Inferno attipo reception. Perché meglio dei dannati nessuno sa a chi ci attocca di andare con gli angeli. Così Vituzzo Parrinello si presentò al fiume Oreto dove un Totuccio Dimonio si offrì di traghettarlo e tale Virgilio Pensabene di accompagnarlo […]


  • Vizi privati e pubbliche virtù. Da Bauman alla tragedia liquida

    di Daniele Billitteri Una mamma non riesce a far smettere al figlio adolescente di farsi le canne. Chiama la Guardi di Finanza che arriva, trova 10 grammi di marijuana e mentre procede nella perquisizione il ragazzo si butta giù dalla finestra e muore. A Palermo operazione anti spaccio. Sui giornali finiscono nomi e foto degli […]


  • Quando una tragedia diventa automatica

    di Daniele Billitteri Ci sono momenti in cui il cuore dovrebbe avere il governo della testa perché a fare il contrario si è razionali ma non necessariamente nel giusto. Un uomo giovane perde la moglie in un incidente stradale. Autore del sinistro (ma perché si chiamano così?) un ragazzino fresco di patente e non molto […]