Come cambierà Palermo con il tram, ecco come andremo a Sferracavallo

Viaggio sulla Linea G che andrà dallo Stadio Renzo Barbera alla borgata marina. La stupenda riserva di Capo Gallo sarà a portata di mano

di Giovanni Burgio

Grazie alle due nuove linee tramviarie progettate dal Comune di Palermo, le due borgate marinare di Mondello e Sferracavallo potranno essere facilmente raggiunte da turisti e cittadini. Le linee interessate sono la “E” che arriverà a Mondello (qui il link) e la “G” che porterà a Sferracavallo.

La Riserva naturale di Capo Gallo e gli scogli di Barcarello a Sferracavallo.

Ciò renderà più facile la fruizione della stupenda riserva naturale di Capo Gallo. Un angolo, una specie di isola di tranquillità, mare e natura, a un passo dalla città vera e propria.

Il percorso di queste tratte è in gran parte comune. Infatti, da Piazza Giovanni Paolo II, lungo via De Gasperi, Viale Strasburgo, Via Lanza di Scalea, i binari saranno gli stessi. E’ all’incrocio tra via Lanza di Scalea e via Einaudi che avverrà la diramanzione.

Girando a destra, attraverso lo ZEN, la Linea “E” andrà a Mondello. Per andare a Sferracavallo, invece, dalla fermata “Cardillo” il tram proseguirà dritto, sempre lungo via Lanza di Scalea, dando origine alla Linea “G”.




Quest’ultima Linea, percorrendo al centro, in sede protetta, su doppio binario, l’intera via Lanza di Scalea, arriverà alla “Rotonda Simon Bolivar”.

Da questa piazza proseguirà in direzione ovest su via Nicoletti. All’altezza dello svincolo autostradale per Trapani, per non interferire sul traffico automobilistico, i binari si sdoppieranno, andando su quote differenti, per ricongiungersi più avanti alla fine della diramazione.

Percorsa tutta via Nicoletti e attraversata la statale, il tram imboccherà via Palazzotto. Prevedendo l’abbattimento dell’edificio esistente, questa strada sarà prolungata, adeguando anche la sezione delle carreggiate.

Riserva Naturale di Capo Gallo, mappa

Il tram arriverà così al “Capolinea Sferracavallo”, localizzato presso l’omonima Fermata del “Passante Ferroviario”. Questo luogo diverrà, quindi, un importantissimo nodo d’interscambio modale, che sarà fornito di un parcheggio su due livelli per 142 posti auto.

Per rendere accessibili e fruibili i servizi tramviari e ferroviari è previsto un collegamento ciclo-pedonale tra questo Terminal e via Catullo, strada che sbocca direttamente al centro del paese di Sferracavallo.

In questo tragitto si realizzerà un giardino mediterraneo a terrazze, attraversato da sentieri e viali che potranno essere percorsi anche da persone con ridotte capacità motorie.




Le finiture saranno compatibili con il contesto paesaggistico, i materiali utilizzati ecologici, le specie vegetali piantate tipiche della macchia mediterranea.

Per le precedenti puntate del nostro viaggio sulle future linee tram a Palermo, leggi anche:

Il quadro d’insieme, ecco come sarà la rete tram di Palermo entro cinque anni

Linea Stazione-Stadio

Asse Notarbartolo-Porto

Come cambierà Palermo con il tram. Ecco la linea che servirà l’Università

La linea per Mondello

Come cambierà Palermo con il tram, ecco la linea per Bonagia che passerà sul fiume Oreto

Come cambierà Palermo con il tram, ecco il nuovo “waterfront”



In copertina, Sferracavallo di sera con vista su Barcarello e Capo Gallo, foto di Ugo Piazza.

Qui il filmato dal canale youtube Mobilita Palermo che descrive in dettaglio la linea Stadio-Sferracavallo: