Lungs di Macmillan al TMO di Palermo con Gabriele Cicirello

di Gabriele Bonafede

Lungs di Duncan Macmillan sarà in scena al Teatro Mediterraneo Occupato (TMO) di Palermo il 24 e 25 marzo (ore 21), per la regia di Federico Gagliardi, con Gabriele Cicirello e Francesca Flori. Lungs (in italiano, letteralmente, polmoni) è andato in scena per la prima volta nel 2013 allo Studio Theatre di Washington, D.C. (USA) ed è stato tradotto molto presto in molte lingue.

Lungs, Gabriele Cicirello e Francesca Florio

Così le note di regia per una rappresentazione palermitana che si annuncia di grande interesse: “Nello sconclusionato flusso del quotidiano pieno di ansie, problemi globali, surriscaldamento climatico, una politica latitante che si esibisce incessantemente nella parodia di se stessa, Francesca Florio e Gabriele Cicirello interpretano una giovane coppia alle prese con le dinamiche di una relazione sentimentale che, in tale stato di cose, arriva allo scoglio che, prima o poi, si presenta: l’avere un figlio da crescere, educare, guidare e lasciar camminare sulle proprie gambe, in tutte le contraddizioni e marciume del mondo. Si riflette oltremisura; ci si preoccupa dell’impatto che potrebbe arrecare alla natura la presenza di un essere umano; siamo troppi e non c’è posto per tutti; per uno che fa la raccolta differenziata ne esiste un’alta maggioranza a cui non importa nulla. Forse è meglio aspettare che le cose migliorino. Ma quanto? (..)”

Perché Lungs, di Duncan Macmillan, oggi, come e quando? Lo chiediamo a Gabriele Cicirello, già protagonista al Teatro Biondo di Palermo alcuni mesi fa con Caterina.




È la prima volta che vai in scena con Lungs o comunque con uno spettacolo di Duncan Macmillan?

La prima volta che abbiamo messo in scena lo spettacolo “Lungs” di Duncan Macmillan è stato a Roma al Teatro India nel mese di ottobre 2017, all’interno di “Contaminazioni”, un festival autogestito dagli allievi dell’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”. Lo spettacolo ha avuto un riscontro positivo e ha ottenuto il patrocinio dell’Accademia, e così abbiamo deciso di portarlo di nuovo in scena a Roma e a Palermo per questa stagione, con la prospettiva di girare per i teatri italiani il prossimo anno.

Lo hai letto anche in inglese? La traduzione ti convince?

Ci siamo documentati naturalmente, sia prima che durante il riadattamento, sulla versione inglese, per evitare il rischio di far intendere qualcosa di diverso allo spettatore rispetto all’arco preciso che l’autore costruisce in maniera minuziosa con un linguaggio quotidiano. La traduzione di Matteo Colombo è fedele ma allo stesso tempo c’è un’attenzione da parte del traduttore nel riportare il tutto in un ritmo italiano che è ben diverso da quello inglese.

È la prima volta che vai in scena al TMO di Palermo? Cosa ti ispira questo spazio?

No, non è la prima volta che vado in scena al Teatro Mediterraneo Occupato di Palermo. Ho avuto la fortuna di svolgere diverse attività all’ interno del TMO e di aver portato in scena un mio spettacolo dal nome “Caterina” nel 2014. Uno spazio accogliente che è gestito da giovani ragazzi che lottano per l’arte. E sono contento di poter portare un mio nuovo progetto, messo in piedi con Francesca Florio e Federico Gagliardi, in questo spazio che ospita grandi e piccoli eventi, quasi sempre di qualità, mettendoli in risalto, a differenza di altre realtà a Palermo in cui è più difficile accedere.

LUNGS

Di Duncan Macmillan, regia di Federico Gagliardi, con Gabriele Cicirello e Francesca Florio, al Teatro Mediterraneo Occupato (TMO), via Martin Luther King (Fiera del Mediterraneo), 90142 Palermo, 24 e 25 marzo 2018, ore 21,00.