Il Palermo domina e vince a Carpi. Squadra gagliarda e bella alla faccia delle contestazioni

Prima vittoria rosa con contro il Carpi, ex-bestia nera del Palermo. Doppietta di Nestorovski e terzo gol di Embalo: 3-1 il risultato finale

di Antonio Calandriello

Per il dispiacere di molti pseudo tifosi da salotto il Palermo espugna Carpi con una partita perfetta, dominata in lungo e in largo e stravinta in casa di una delle più accreditate (sulla carta) pretendenti alla promozione.

Nestorovski festeggia una doppietta a Carpi. Contestazioni ammutolite

È bastato che Tedino mettesse in campo un modulo ed una formazione credibile per far tornare alla squadra solidità e certezze, unite, per la prima volta ad una cattiveria agonistica e ad una qualità delle giocate che sono state le note più liete ed incoraggianti della partita di oggi.

Un grande Nestorovski, autore di due splendide reti, ed un Rispoli finalmente incisivo, hanno giganteggiato nel primo tempo, e per la difesa del Carpi sono stati dolori.

Infilati da ogni lato, presi sempre in velocità ed anticipati, i poveri giocatori in maglia bianca non ne hanno capito nulla. Totalmente sorpresi da una squadra che ritenevano in crisi, forse avevano troppo dato credito alle tragedie montate dai pseudo tifosi-gufi dopo la prima sconfitta rosanero di sabato scorso.




Il ritorno alla difesa a tre, guidata da uno Struna quasi perfetto, ha restituito certezze dietro. Ma anche i due terzini, oggi, finalmente, hanno fatto bene. Detto di un ottimo Rispoli, soprattutto nel primo tempo, buonissima è stata anche la prestazione di Rolando, oggi molto meglio di Morganella sulla fascia sinistra.

Stadio vuoto anche alla prossima? Palermo gagliarda e bella comunque, la vittoria tu conquisti con l’ardor

A centrocampo, tornati i polacchi, la manovra è stata più brillante ed efficace. E, devo dire, anche Chochev oggi ha fatto molto bene. Buona nel primo tempo la prova di Coronado, un po’ scomparso con l’andar dei minuti.

Sostituito da uno splendido Embalo, che è stato una vera spina nel fianco della difesa del Carpi nel finale. Suo lo splendido gol che ha ammazzato le residue speranze dei carpigiani, riaccese a causa di uno svarione (l’unico) della difesa rosa, infilata in velocità nell’occasione del gol subito.

Nel complesso, comunque, una grande reazione del Palermo ed una grande rivincita per Tedino. Una prova veramente autoritaria, che porta, dopo tantissimo tempo, una vittoria fuori casa. Adesso cosa diranno i detrattori di questa squadra?




La prestazione è stata di quelle che non lasciano adito a dubbi: la squadra è in grado di fare bene, i giocatori per la serie B ci sono tutti. E ce la possiamo veramente giocare. Non vinceremo sicuramente il campionato con 10 punti di vantaggio, ma con questo spirito e questa convinzione nei propri mezzi possiamo certamente lottare fino all’ultimo per il vertice.

Così parlò u palluni.

 

Forza Palermo gagliarda e bella…