Ustica si conferma capitale delle attività subacquee nella tutela ambientale marina

Sta per partire la 58sima edizione della Rassegna Internazionale delle attività subacquee. Sette giorni di iniziative tutte dedicate al mare

di Gilda Sciortino

Ancora una volta Ustica diventa il palcoscenico ideale di iniziative volte a dare spazio e risalto a un mondo affascinante e coinvolgente. Prenderà il via il 29 agosto per dispiegarsi sino al 3 settembre, la 58sima edizione della “Rassegna Internazionale delle Attività Subacquee”, realizzata con il supporto concreto degli assessorati regionali al Turismo, Sport e Spettacoli e dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea, in collaborazione con l’Hotel Villaggio Punta Spalmatore (HUPS).



Un’immagine della riserva marina di Ustica

Numerose le iniziative in programma, culminanti con la consegna dei Tridenti d’Oro e Academy Award, presentati dal giornalista e vice presidente vicario dell’Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche Subacquee, Pippo Cappellano, insieme alla documentarista Marina Cappabianca.

Quest’anno il “Tridente d’Oro” verrà assegnato al dott. Danilo Cialoni per i risultati delle sue ricerche sulla fisiopatologia dell’immersione, in qualità di coordinatore dei programmi di ricerca sul campo della DAN Europe Foundation, l’identificazione dei meccanismi alla base dell’edema polmonare del subacqueo, del Taravana dell’apneista e delle analogie fisiopatologiche fra immersione, permanenza in altitudine e vita nello spazio attraverso il progetto “DAN SkiScubaSpace”.




A ribadire l’importanza di Ustica da tutti i punti di vista è il prof. Sebastiano Tusa, presidente dell’Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche Subacquee e Soprintendente del Mare della Regione Siciliana, sottolineando il rinnovato impegno dell’istituzione che rappresenta, come anche quello, altrettanto fondamentale, del Comune, dell’Area Protetta di Ustica e della Soprintendenza del Mare.

Il sindaco di Ustica, Attilio Licciardi

Sinergie che offriranno a quanti saranno nell’isola o coloro che vorranno raggiungerla per l’occasione, una settimana di workshop, proiezioni di documentari, presentazioni di libri, mostre, escursioni guidate di snorkeling, immersioni subacquee negli itinerari archeologici, sport acquatici, visite ai Musei, degustazioni di prodotti tipici usticesi, esposizioni di fotografie subacquee e disegni.

«Se l’edizione dello scorso anno si celebrò in occasione del trentennale dell’istituzione della prima Riserva Marina italiana – tiene a evidenziare il sindaco, Attilio Licciardi –, questa volta Ustica accoglie i graditi ospiti esponendo un altro prestigioso obiettivo raggiunto: le 5 Vele, il massimo del riconoscimento che Legambiente e Touring Club hanno attribuito alla nostra isola per le sue bellezze marine e terrestri e per le concrete politiche attuate a tutela della natura e della sostenibilità ambientale».

«Il protagonista – continua Licciardi – sarà sempre il nostro Mare Mediterraneo, il suo stato di tutela, le tante attività economiche che su esso insistono, la ricerca scientifica, la pesca artigianale, la filiera alimentare, il futuro e il destino di un grande patrimonio ambientale e naturale. Il conferimento della Cittadinanza Onoraria Usticese ai premiati, infine, renderà la nostra isola, ancora una volta, la capitale della subacquea e della tutela ambientale marina».

 

In copertina: Ustica, foto di Ciro Grillo