“Ustica Villaggio Letterario”, presentata la terza edizione

di Sabina Spera

Tre mesi di eventi e attività culturali caratterizzeranno la stagione estiva dell’Hotel Village Punta Spalmatore a Ustica. In una location naturalistica e suggestiva con una splendida vista mare, si alterneranno: presentazioni di libri con 90 tra scrittori, saggisti e poeti, spettacoli teatrali con noti attori siciliani, cabaret, musica nazionale e internazionale, tango con maestri argentini, astronomia, archeo- astronomia, incontri culturali e dibattiti, ma anche corsi, laboratori e cookingshow.

Il mare cristallino di Ustica

Tutto ciò caratterizzerà la terza edizione di “Ustica Villaggio Letterario”, in programma dal 3 giugno al 2 settembre, presentata al teatro Agricantus di Palermo, con la presenza di alcuni degli ideatori della manifestazione, tra cui: Anna Russolillo, Lucia Vincenti, Sergio Vespertino, Alberto Chines, Alessandra De Caro. In rappresentanza del Comune di Palermo, il consigliere comunale Giulio Cusumano.

Ben centosessanta saranno gli eventi dell’edizione 2017 del “Villaggio Letterario”, con una novità che attiene a quest’anno: la manifestazione non si svolgerà esclusivamente nei mesi estivi, inoltre diverrà anche itinerante con eventi a Palermo, Alcamo, Marsala, Sciacca e in altre località.

“Ustica Villaggio Letterario” vanta anche la collaborazione della Soprintendenza del Mare, il patrocinio degli assessorati regionali allo Sport e al Turismo e dei Beni culturali e dell’Identità siciliana.

Anna Russolillo, architetto ed event managerHups/Uvl, commossa e soddisfatta, ha parlato degli «eventi che si svolgeranno all’HUPS e che saranno legati al territorio, con un occhio alla pesca e all’agricoltura». La scrittrice Lucia Vincenti, ha descritto tutto ciò come «un sogno che si realizza: sviluppo del turismo che si abbraccia alla cultura». L’attore Sergio Vespertino, con la sua straordinaria simpatia, ha aggiunto che «ci sarà tanta roba, tanta cultura, insomma una bella avventura per il Punta Spalmatore e per Ustica, dove è facile arrivare da Palermo».

Ustica. Foto di Marcello Cappello

L’architetto Alessandra De Caro, appassionata di mare, rappresentando anche la Soprintendenza del mare, non poteva non ricordare l’importanza e il ruolo del “mare”, sottolineando che «ci sarà tanto da raccontare in questo “viaggio itinerante”, compreso  il Museo del Mare». Il pianista Alberto Chines ha, invece, annunciato che «avremo l’onore di ospitare musicisti di fama nazionale e internazionale».  Il 16 luglio, infatti, si aprirà il “Musica Manent Festival” con un suo concerto. Infine, il consigliere comunale Giulio Cusumano, ha espresso con orgoglio quello che il nostro territorio riesce a produrre, «visto che Palermo è Capitale della Cultura 2017 e Ustica ne fa anch’essa parte, anzi ne rappresenta un’area fondamentale». Ha poi concluso ringraziando tutta la squadra di Palermo metropolitana.

Al termine della conferenza, gli intervenuti sono stati allietati dall’esibizione canora della giovanissima soprano Federica Maggì e dallo spettacolo “Bastian contrario” di Sergio Vespertino, scritto con Marco Pomar, accompagnato dalla fisarmonica del Maestro Pierpaolo Petta.

Ustica, una perla nel Tirreno che si arricchisce, nel cuore dell’isola, di cultura, arte culinaria e tanto altro, segno di un turismo di qualità che sa andare sempre avanti, nonostante le difficoltà legate ai nostri tempi e che mira a orizzonti sconfinati, proprio come è il mare che la circonda. E un grazie va agli ideatori del progetto: Anna Russolillo, Lucia Vincenti, Alessandra De Caro, Anna Paparone, Sergio Vespertino, Franco Foresta Martin, Alberto Chines, Massimiliano Riso.

I prossimi eventi che anticiperanno la stagione estiva saranno il 27 aprile a Marsala e il 28 aprile al teatro Orione di Palermo con la rappresentazione “Il guanto bianco di Cagliostro”, tratto dal libro di Lucia Vincenti. In scena un grande cast di attori.