Londra chiama Palermo per il Teatrino delle Beffe. È Ernesto Tomasini

di Gabriele Bonafede

Il Teatrino delle Beffe rischia di chiudere ed è mobilitazione per tanti artisti a Palermo e non solo. Tra coloro che hanno realizzato un piccolo video per lanciare l’appello a contribuire c’è anche un grande artista di Palermo che vive e lavora a Londra dove da anni ottiene meritati successi di critica e pubblico: Ernesto Tomasini.

Un paio d’anni fa abbiamo ammirato Ernesto a Palermo nell’Aida di Roberta Torre al Teatro Biondo, in uno spettacolo simbolico, capriccioso, folle, entusiasta, che ha stupendamente rappresentato anche la crudele banalità del vivere il potere. Con un Ernesto Tomasini interprete che meglio non poteva arricchire di significati l’eterno tabù dell’accettazione di se stessi. Artista potente, che non solo in voce propone forza evocativa, ma anche nel fare, nel porsi, nell’urlare a pieni polmoni la libertà del genere umano. Ernesto Tomasini2p

Non a caso Ernesto (nella foto) è annoverato dal 2012 in “Eccellenza Italiana”, con presentazione del Presidente della Repubblica, fra gli italiani che “nei vari settori  artistici, istituzionali e sociali hanno reso grande il Bel Paese.

Di seguito il link del video (facebook) dove Ernesto richiama ancora una volta a pieni polmoni l’esigenza di salvare un piccolo-grande teatro simbolo della libertà e della crescita culturale dei ragazzi a Palermo: https://www.facebook.com/ernesto.tomasino/videos/951890004847673/?pnref=story.

Così la presentazione della raccolta di fondi per il Teatrino delle Beffe nella piattaforma crowdfunding “Eppela”:
“La chiusura di un teatro è sempre una sconfitta. La chiusura di un piccolo teatro per bambini è una sconfitta ancora più grande. Non bisognerebbe togliere ai bimbi gli spazi per sognare, per lasciarsi trascinare dalla fantasia, dai colori, dai giochi, dai racconti, dalla bellezza del ritrovarsi insieme ad altri bimbi per fare, semplicemente, i bimbi.
Il “Teatrino delle Beffe” per tanti, tantissimi anni, è stato un punto di riferimento per i bambini di Palermo. Ha creato emozioni, ha disseminato sorrisi. Oggi il “Teatrino delle Beffe” non ha più le risorse economiche per restare in vita e per continuare a svolgere il compito per cui è stato creato: disseminare sorrisi, sui visi, nei cuori.
Nonostante i diversi appelli lanciati per evitare la definitiva chiusura di questo spazio e nonostante la solidarietà dimostrata da tanti artisti e collaboratori, il Teatrino ha ricevuto un ultimatum per vie legali. Infatti sono tante le quote degli affitti da pagare e sono spesso equivalenti a zero, invece, gli aiuti istituzionali quando si tratta di bambini e del loro mondo.
Questo sarà un ultimo tentativo per tenere in vita il “Teatrino”. Speriamo, col cuore, che funzioni.”

Il link della Eppela per il Teatrino delle Beffe è:
https://www.eppela.com/it/projects/6653-salviamo-il-teatrino-delle-beffe